Balestrate, commercianti costituiti in comitato

BALESTRATE. Parte in sordina il comitato dei commercianti di Balestrate costituito ieri sera per contestare la decisione del Comune di multare a tappeto tutti i negozi per insegne e cartellonistica pubblicitaria “selvaggia”. Soltanto una trentina gli esercenti che hanno aderito ma il vento della protesta potrebbe aumentare nei prossimi giorni: “Al momento si è incassata l’adesione dei commercianti del settore ristorativo – afferma Domenico Cottone, titolare del pub Blank-o – anche perché questa prima riunione è stata organizzata in due giorni e senza una campagna comunicativa efficace. Piano piano vedremo di informare tutti i negozianti per formare una larga base di aderenti”. La mobilitazione prende le mosse dalle decine e decine di multe elevate per mancato pagamento dell’imposta su insegne e cartellonistica pubblicitaria. Nella riunione di ieri sera i commercianti multati hanno presentato il verbale che gli è stato contestato: per tutti la sanzione è stata uniformata a 60 euro circa, pari al doppio del minimo dell’ammenda prevista dal regolamento comunale.

E’ stato deciso nel corso dell’incontro che il comitato si riunirà a breve. L’intenzione a breve termine è quella di chiedere un incontro al sindaco Totò Milazzo per convocare un tavolo tecnico e mediare sulla raffica di multe elevate. Alcuni esercenti contestano del tutto il verbale perché “emesso illegittimamente” senza tenere conto del decreto del 19 marzo scorso del ministero dell’Economia e delle finanze che ha per l’appunto chiarito l’applicazione dell’imposta comunale sulla pubblicità per le insegne di esercizio. In altri casi si vuole provare invece quantomeno ad arrivare a dimezzare la contestazione. Il primo cittadino ha già chiarito che tutti gli esercenti possono contestare le multe facendo ricorso direttamente al comando dei caschi bianchi e fornendo la documentazione necessaria. Più a lungo termine il neocomitato vuole arrivare a concertare con il Comune un organico piano urbano del commercio. Già nel 2009 il Comune aveva invitato tutti i negozianti a regolarizzare la loro posizione con una lettera inviata a tutti i titolari di attività locali, poi però tutto rimase senza seguito.

As much as you can see gems in your models
woolrich jassen 5 worst dressed actresses at the Oscars

Angel Myers Designs Angel Myers
louis vuitton taschenHow to Make Design Children