Avanti in ordine sparso

    0
    313

    Non c’è pace alla Regione del dop Lombardo. Non ci sono accordi unitari da qualsiasi parte si vada nelle formazioni politiche. Ovunque ognuno va in ordine sparso tra polemiche, veleni, insomma mentre la nave affonda si discute o meglio si litiga.

    Il Pd sembra che presenterà la candidatura di Rosario Crocetta alla presidenza della Regione. È quanto emergerebbe da un giro di consultazioni fatte oggi dal segretario Giuseppe Lupo con i dirigenti del partito e con lo stesso Crocetta che vrebbe già l’appoggio dell’Udc. Lupo convocherà la direzione regionale dei democratici per la formalizzazione della candidatura. Domani, alle 11, Lupo e Crocetta terranno una conferenza stampa congiunta nella sede del Pd, a Palermo

    Gianfranco Miccichè, leader di Grande Sud e di Forza Italia in Sicilia, fu tra i fondatori, dovrebbe essere il candidato del Pdl alla presidenza della Regione. Berlusconi ha deciso due settimane fa affidando al segretario Angelino Alfano il compito di costruirgli attorno l’alleanza. Anche oggi, in via dell’Umiltà, sono previste riunioni. Alfano incontrerà il leader del Pid, Saverio Romano, che si presenterà all’appuntamento dopo aver ascoltato, a Palermo, il gruppo dirigente del partito, per avere un mandato chiaro.

    Poi ci sono anche i nomi di Roberto Lagalla, Giuseppe Castiglione e dell senatore Pino Firrarello. Il sì del Pid a Miccichè, inoltre, farebbe «cadere» la candidatura, già in campo, di Innocenzo Leontini, capogruppo del Pdl all’Assemblea regionale siciliana, molto stimato nel centrodestra, e sostenuto dal partito di Romano.

    La data delle elezioni in Sicilia rimane appesa alla soluzione del rebus su alleanze e candidature alla presidenza della Regione. L’ipotesi del 7 ottobre, caldeggiata da una parte degli alleati che sostengono il governo di Raffaele Lombardo, appare complicata in una fase in cui i partiti dialogano alla ricerca d’intese. Più realistica sembra quella del 28 ottobre. La giunta dovrebbe decidere tra oggi e domani, al momento però non c’è alcuna convocazione e non è escluso un rinvio.