Armi tenute illegalmente in casa

0
451

Diverse munizioni comuni e da guerra per armi da sparo illegalmente detenuti sono stati rinvenuti, presso un’abitazione di campagna, in contrada Ramella a Valderice.

Il ritrovamento è avvenuto in seguito alla perquisizione effettuata dalla Sezione di Polizia Giudiziaria Aliquota Corpo Forestale della Procura della Repubblica di Trapani insieme ai colleghi del Nucleo operativo Regionale del Corpo Forestale, su disposizione del  sost. Proc. della Procura di Trapani Andrea Tarondo, finalizzata alla ricerca di stupefacenti, eseguita a carico di Ilda D’Ambrosio, che si trovava ai domiciliari, per effetto di un’ordinanza del GIP di Palermo, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti aggravata in concorso.

La donna è moglie di Gaspare Dardo attualmente detenuto presso la casa circondariale di Trapani, dove deve scontare cinque anni di carcere per tentato omicidio, perché nel luglio del 2012, sparò nel quartiere di Amabilina a Marsala, al pregiudicato 27enne Daniele Crimi, che rimase gravemente ferito.

Nei mesi scorsi il Corpo Forestale aveva accertato che la donna, nonostante la misura cautelare a cui era sottoposta, che prevedeva il divieto di lasciare la propria abitazione e d’incontrare persone estranee al nucleo familiare, aveva avuto contatti presso il proprio domicilio con altri pregiudicati e segnalati per traffico internazionale e spaccio di stupefacenti, stessi soggetti con cui si era intrattenuta fuori dall’abitazione dove era ristretta ai domiciliari.

Dopo la perquisizione Ilda D’ambrosio è stata arrestata con l’accusa di detenzione illegale di munizionamento da guerra ed evasione dagli arresti domiciliari, e associata alla Casa Circondariale di Trapani.

L’arresto è stato convalidato oggi dall’ufficio del GIP di Trapani.