Altra bufera all’interno del PD

    Ancora scricchiolii all’interno del PD locale. Diventa un caso il rifiuto del tesseramento nelle fila del Partito Democratico di Anna Maria Angileri: all’ex consigliere provinciale del PD è stata negata la tessera perché si è schierata, come candidato sindaco, contro il suo partito alle comunali dello scorso anno a Marsala. Non solo: lo ha fatto con una sua lista civica. A difendere la Angileri, Sabrina Rocca ex candidato sindaco di Trapani, che si dice “amareggiata e allibita di come un partito che parla di pacificazione non sia poi in grado di pacificare nemmeno se stesso”, e scrive al responsabile regionale dell’organizzazione del partito Enzo Napoli ed ai due reggenti provinciali Antonella Milazzo e Dario Safina, con l’incipit “Siamo tutti Anna Maria Angileri”. Nella comunicazione ufficiale che la Angileri ha ricevuto – fa sapere Sabrina Rocca, con tanto di documenti alla mano – si legge che non può iscriversi al Partito Democratico perché si è candidata alle amministrative scorse in opposizione al candidato sindaco sostenuto dal Partito. E si aggiunge che non si possono iscrivere coloro che abbiano sostenuto candidati o coalizioni diverse da quelle appoggiate dal PD. Ma Sabrina Rocca proprio non ci sta e non esita ad enumerare una serie di casi in cui quello stesso criterio non sembrerebbe essere stato adottato. Ci sarebbe il capogruppo PDal Consiglio Comunale di Trapani, Vincenzo Abbruscato, il quale in qualità di Coordinatore del Megafono ha sostenuto il candidato sindaco avverso a quello del PD per il comune di Castellammare del Golfo. Il Megafono sosteneva infatti infatti Maria Tesè mentre il Pd si schierò con l’attuale sindaco Nicolò Coppola. Sempre durante le scorse amministrative di Castellammare l’ex Consigliere Comunale PD e componente della Direzione Provinciale Giovanni Portuesi si è candidato in una lista avversa alla coalizione del PD. Guardando invece al comune di Trapani, sempre durante le ultime amministrative il Consigliere Comunale Nino Grignano, come Segretario cittadino del PD ha siglato un accordo con il candidato sindaco avverso a quello indicato dal Partito. Il candidato del Pd era proprio Sabrina Rocca, la quale sostiene che anche a lei andrebbe negata la tessera e più in generale a tutti coloro che in qualità di esponenti del PD hanno sottoscritto dichiarazioni pubbliche in appoggio a candidati in competizione contro quelli ufficiali di partito. E non tarda a dire la sua il circolo Big Bang di Alcamo “La guerra del PD e dei signori delle tessere colpisce selettivamente coloro che appoggiano Matteo Renzi: è stata rifiutata la tessera del PD ad Annamaria Angileri, renziana della prima ora e comunque ancora oggi componente dell’Assemblea Nazionale del PD! E tutto ciò in applicazione di regole astruse e spesso confezionate appositamente per impedire a tanti simpatizzanti, non solo renziani, colpevoli di credere nel rinnovamento del PD. Il Circolo Big Bang di Alcamo esprime piena solidarietà politica ad Annamaria Angileri, stigmatizza e considera inaccettabile il comportamento miope dell’apparato del partito e invita urgentemente la reggenza provinciale e la segreteria regionale a intervenire contro assurdi codicilli regolamentari che perseguitano, con precisione chirurgica, chi come Annamaria, vuole impegnarsi per il rinnovamento del PD e della politica italiana a fianco di Matteo Renzi, ma nel PD”. Insomma, scoppia l’ennesima polemica: un duro colpo per il Pd trapanese, che arriva proprio in piena fase congressuale, quando si sta avviando all’elezione dei segretari comunali e di quello provinciale.