Alcamo: vandalismo, sfregiato corso 6 Aprile

0
343

Continuano a verificarsi episodio di vandalismo ad Alcamo. E puntualmente la recrudescenza del fenomeno si verifica nei fine settimana, mettendo ancora una volta sotto accusa la cosiddetta movida alcamese. Questa volta è toccato alle fioriere installate lungo il corso 6 aprile. Qualcuno, nella notte tra sabato e domenica, ha divelto i vasi in plastica, strappato i fiori e disseminato la terra lungo il percorso pedonale. Uno scenario che ha fatto da apertura al passeggio domenicale e da contrasto ad un’iniziativa culturale che si è tenuta in zona. Ritorna a farsi sentire quindi il vandalismo in una città che soffre enormemente sul piano sociale, dove ampie sacche di disagio, specie giovanile, si manifestano ogni giorno in tutta la loro evidenza. Le fioriere sono state installate da qualche mese su iniziativa dei commercianti della zona che hanno voluto in questo modo abbellire le staccionate di delimitazione della corsia pedonale lungo il corso 6 Aprile. Un gesto che quindi fa piombare la cittadina alcamese ancora una volta nell’alveo di un territorio che soffre non solo la crisi economica ma anche l’identità culturale. Quello che è accaduto in questo week-end è solo l’ultimo di una serie di atti vandalici che hanno riempito le cronache locali di questa città. E’ stata più volte presa di mira la materna Collodi, a cui sono state imbrattate mura e distrutte suppellettili, tanto da costringere l’istituto a rimanere chiuso più giorni. Il Collegio dei Gesuiti, vero gioiello dell’architettura e dello storia siciliana e non solo, negli anni è stato sfregiato con danneggiamenti alle mura perimetrali, alla cartellonistica d’addobbo, al portone d’ingresso della biblioteca e anche alle scalinate in vetro e acciaio; non è stato risparmiato altre volte proprio il corso 6 aprile dove più volte sono stati danneggiati gli arredi ma anche le vetrine dei negozi e non solo a scopo di furto ma proprio per il semplice gusto di devastare. Nemmeno l’azione repressiva delle forze dell’ordine e del comando dei vigili urbani è riuscita a frenare questo fenomeno. Da novembre sino ad aprile scorsi sono state messe in campo ben cinque maxioperazioni di controllo. Il bilancio complessivo, nelle varie operazioni portate avanti da carabinieri e polizia, è salito a 700 persone identificate, un arresto, 14 denunce, quattro segnalazioni alla prefettura e quattro esercizi commerciali multati. Questo tipo di operazioni, assicurano carabinieri e polizia, continueranno sistematicamente per prevenire le cosiddette “Stragi del sabato sera”, scoraggiando la guida di chi alza il gomito e assicurando, dall’altra parte un occhio vigile sulla movida alcamese, e per prevenire quindi anche fenomeni di vandalismo e danneggiamenti. Ad essere presidiate piazze, strade, luoghi di aggregazione dei giovani al fine di prevenire furti, atti vandalici e disturbo alla quiete pubblica, fenomeni che in questi mesi hanno creato qualche disagio soprattutto agli abitanti del centro storico, dove si concentra la maggior parte dei locali pubblici frequentati da giovani e giovanissimi, anche dei Comuni vicini.

which airs at 3
woolrich arctic parka How do I make my balls look bigger in underpants

precious jewelry wholesale suppliers because spend send
chanel espadrillesA week ago I asked about shorts for thick thighs