Alcamo, vandalismi al Mercatino di Natale

Il danno è irrisorio ma il gesto è grave. Riguarda vandalismi perpetrati ai danni delle casette del Mercatino di Natale, installate per l’occasione nel corso VI Aprile. La denuncia viene dalla Pro loco, che ha organizzato una serie di eventi, nell’ambito del programma “Alcamo a Natale”. Esprimono amarezza i rappresentanti della Pro Loco ma non si perdono d’animo e sono più che mai decisi ad andare avanti. Il gesto si sarebbe verificato durante l’ora del pranzo, quando nel corso stretto circolano pochissime persone. E nessuno si sarebbe accorto della presenza di vandali o male intenzionati che di dilettano a provocare danni. Ma anche se venissero individuati di solito in Italia scatta qualche denuncia, che poi finisce nel dimenticatoio. Pene esemplari invece, una volta individuati i vandali, potrebbero fungere da detergente. I Mercatini dl Natale sono affollati durante le ore serali e di notte dalle 22,30 alle 8 del mattino la Pro loco ha affidato la vigilanza alle guardie giurate. Intanto per cercare di calmare i bollenti spiriti durante la movida selvaggia il sindaco ha emanato un’ordinanza con la quale è fatto divieto di vendere dalle 22 alle 6 del mattino, sino al sei gennaio, bottiglie in vetro o lattine contenenti bevande alcoliche. Il divieto riguarda anche i distributori automatici. Ai giovani sotto i 18 anni non potrebbero essere venduti alcolici. Ma sono soprattutto minorenni ad ingurgitare cascate di alcolici, come dimostrano i dati del Sert di Alcamo. Ben vengano le limitazioni e le ordinanze, ma senza controlli il provvedimento rimane solo sulla carta. Negli ultimi quindici anni le ordinanze sono state puntualmente diramate ma stando all’aumento dei giovani che bevono alcol, continuano a non sortire alcun risultato.