Alcamo: vandali al Collodi, svolta nelle indagini

Potrebbero avere le ore contate gli autori dell’ennesimo raid vandalico ai danni della scuola materna “Collodi” di via Guido Gozzano ad Alcamo. La polizia scientifica, intervenuta sul posto dopo la denuncia del dirigente scolastico Giovanni Ilardi, sarebbe riuscita a isolare alcune tracce e delle impronte dai luoghi in cui si sono introdotti i criminali. Già questa mattina le aule sono state risistemate dal personale ma la scuola resterà chiusa per diversi giorni ha stabilito il sindaco attraverso un’ordinanza. Verosimilmente si riapriranno i battenti lunedì 4 novembre

Il quartiere, il mondo scolastico ma anche l’intera comunità è sotto shock per la violenza di quest’ultimo raid vandalico che viene perpetrato all’indirizzo della “Collodi”. Una violenza inaudita che ancora oggi in pochi riescono a interpretare, a contestualizzare in qualche modo. Ad essere stati divelti suppellettili, quindi sedie, armadi, banchi, appendiabiti. Inoltre sono state imbrattate con della vernice spray anche le pareti di alcune classi. Ma sono stati anche distrutti e messi fuori uso i bagni. Ed infine, gesto ancor più violento, sono stati lasciati degli escrementi umani sparsi in tutti i locali. La scuola “Collodi” è stata vittima già quest’anno di ben tre raid vandalici anche se quest’ultimo è stato sicuramente il più violento. Sale la preoccupazione anche per i genitori che hanno esternato non poche preoccupazioni rispetto ad un problema che sta diventando di sicurezza vera e propria. Sotto questo aspetto l’amministrazione comunale sta già pensando ad intraprendere alcune contromisure