Alcamo, trovato morto barbone tunisino: dramma della solitudine

Un tunisino è stato trovato senza vita in un’abitazione abbandonata nei pressi di corso Generale Medici. Ad intervenire sul posto i carabinieri della locale Compagnia che hanno constatato il decesso dell’extracomunitario che risulta essere senza fissa dimora. In pratica faceva la vita da vero e proprio barbone, nella più totale solitudine, arrangiandosi con qualche lavoro saltuario e malpagato. La morte sarebbe collegata ad un collasso cardiocircolatorio: probabilmente le precarie condizioni igieniche e la cattiva nutrizione sono state la causa di questo decesso. Questa è probabilmente una delle sempre più frequenti, purtroppo, storie di solitudine ed emarginazione che anche ad Alcamo cominciano a viversi con una preoccupante frequenza. Forse a legare tutti questi casi c’è anche la disperazione e l’impotenza che sta prendendo il sopravvento rispetto a questo momento di grave crisi economica. In fondo si potrebbe scorgere anche un certo fenomeno di emarginazione sociale, di solitudine che si manifesta anche solo interiormente. Anche questo ad Alcamo è accaduto: in una stradina del centro storico è stato trovato il corpo senza vita di Antonino Coraci lo scorso anno. Ci si è accorti della sua scomparsa dopo un anno. Sotto tale aspetto il Comune di Alcamo ha in qualche modo raccolto questi segnali preoccupanti ed è per questo che l’assessorato ai Servizi sociali sta intervenendo limitatamente alle sue competenze.