Alcamo-Tirocini formativi con l’Agesp per 12 ospiti dello Sprar

0
592

 

Sono 12 gli ospiti del centro SPRAR ordinario di Alcamo coinvolti nella convenzione con l’Agesp che consentirà loro di svolgere un tirocinio formativo-lavorativo fino al 31 agosto. L’azienda che si occupa dei servizi di raccolta e gestione dei rifiuti, spazzamento e scerbatura di aree pubbliche e private, in diversi comuni del trapanese, ha stipulato un accordo di collaborazione con la cooperativa sociale Badia Grande, con l’obiettivo di agevolare l’integrazione degli immigrati e dei rifugiati ospiti nei centri di accoglienza. L’Agesp dunque, volendo potenziare temporaneamente alcuni servizi esterni, ha coinvolto i giovani stranieri in un percorso lavorativo principalmente volto all’acquisizione di competenze tecniche, grazie ad un impegno diretto sul territorio. Per una durata di novanta giorni, otto tirocinanti saranno impiegati in attività lavorative nel comune di Castellammare del Golfo e quattro in quello di Calatafimi Segesta, e saranno seguiti da un tutor che concretizzerà il progetto finanziato dal Ministero degli Interni. “Questa nuova convenzione – si legge in una nota della cooperativa che gestisce il centro – rappresenta un ulteriore passo avanti nella maturazione di una cultura aperta e ospitale che Badia Grande ha voluto promuovere con diverse attività finalizzate all’accoglienza da parte del territorio di tutti quegli immigrati che sono scappati dalla loro terra e che attendono certezze per costruire un futuro migliore”. Il centro Sprar, nato su iniziativa del Comune di Alcamo nel 2013, è stato finanziato con quasi mezzo milione di euro dal Ministero dell’Interno per il triennio 2014-2016. La cooperativa garantisce interventi di “accoglienza integrata” che vanno oltre la fornitura di soli vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.