Alcamo Targa Florio, bellissime auto in giro per la cittadina

0
868

Uno spettacolo metafora della rievocazione della mitica corsa sul piccolo circuito delle Madonie, ovvero la Targa Florio. La 102esima edizione ha preso il via stamane da Palermo e le auto partecipanti, 140, hanno fatto tappa anche ad Alcamo.  Un controllo orario nel corso VI Aprile. Un altro davanti al castello dei conti di Modica.  Le star molto ammirate sono state le auto Ferrari. Ben ottanta quelle iscritte alle quali vanno aggiunte altre 60 auto di varie case automobilistiche che hanno percorso le strade della Targa Florio, che durante  la gara veniva occupato da oltre 600 mila persone. Un’intuizione di Ignazio Florio all’inizio del novecento poi le varie edizioni che hanno visto protagonisti Nuvolari, Varzi per poi arrivare a Vaccarella, Giunti, Merzario, Siffert, Bonnieri, Graman Hill, Bandini, Kinnunen e tanti altri. La Porshe  veniva nelle Madonie già a febbraio con uno squadrone di ingegneri, tecnici, meccanici, perché la Targa Florio era giustamente considerata la gara più importante del mondo. Vincere alla Targa dava grandissima visibilità. Ferrari, Porsche, Alpine, Alfa Romeo, MG, Abarth, Mercedes, Renault, Fiat,  si sono date battaglia alla Targa Florio. Allora il campionato mondiale marche era più importante della Formula 1. Tanta curiosità stamane ad Alcamo per il passaggio delle auto provenienti dalla via Porta Palermo, poi corso VI Aprile, piazza Ciullo, via Mazzini, via Commendatore Navarra, via Florio e poi ancora via Porta Palermo per andare a Castellammare e proseguire nel giro con partecipanti provenienti da varie parti del mondo