Alcamo-Suolo pubblico non pagato, controlli e multe

Giro di vite da parte della Polizia municipale di Alcamo sui mancati pagamenti per utilizzare il suolo pubblico, soprattutto nelle zone della movida selvaggia. Una operazione no stop da parte dei caschi bianchi che stanno agendo su una ordinanza del Cosap e degli Uffici finanziari per rimuovere quelle sacche di evasione, che sono i mancati o ritardati pagamenti. Ovvero il mancato versamento dei canoni da parte di quei proprietari di esercizi che usufruiscono di aree pubbliche dove collocano, sedie tavolini e ombrelloni. L’operazione, diretta dal comandante Giuseppe Fazio, è stata accolta con soddisfazione da parte dei cittadini. Durante l’operazione sono stati prelevati sedie tavolini a altro, collocati all’esterno di locali in piazza Ciullo, in via Mazzini e anche  in altri posti della città meno visibili ai cittadini. Anche stamane squadre della polizia municipale hanno effettuato controlli in varie parti della città, tra cui piazza della Repubblica dove è maggiore la presenza di venditori di frutta, ortaggi e verdura. L’operazione-prelievo è frutto degli accertamenti della polizia municipale, che dopo i controlli aveva inviato i risultati all’ufficio Cosap e a quelli finanziari. Il materiale prelevato davanti ai locali da parte degli operai comunali è stato messo in un magazzino e potrà essere restituito quando i titolari dei locali si saranno messi in regola. Saranno inoltre intensificati i controlli in quella martoriata parte della città, cioè il centro storico, dove durante la movida selvaggia viene sparata musica all’aperto a tutto volume, proibita da leggi e regolamenti spesso calpestati nella città di Alcamo.