Alcamo-Street control, partenza a razzo: una multa ogni 4 minuti al suo esordio (SERVIZIO)

Ore 18 di ieri: si chiude la prima uscita della polizia municipale con il temuto street control ad Alcamo. Il bilancio è pesantissimo se si considera che la pattuglia ha lavorato su postazione fissa e per altro in fase di rodaggio essendo stato utilizzato l’apparecchio per la prima volta, quindi con procedure di accertamento fisiologicamente un po’ più lente. In meno di due ore e mezza, con pattuglia ferma in piazza Falcone e Borsellino e in via Archimede (all’altezza dell’ultima uscita di piazza Bagolino) sono state accertate infrazioni in ben 34 veicoli, tradotto vuol dire un’infrazione ogni 4 minuti. Per l’esattezza 17 sono stati sanzionati in piazza Falcone-Borsellino, altrettanti in via Archimede, una decina di loro poi hanno avuto la doppia sanzione applicata per mancanza di revisione e assicurazione. Una vera e propria stangata in termini economici e non solo perchè la mancata copertura assicurativa fa anche scattare il sequestro del veicolo. Dei 34 veicoli sanzionati in 6 casi l’infrazione è stata immediatamente contestata sul posto: uno dei fermati, oltre a non avere revisione e assicurazione, era tra l’altro sprovvisto di patente e a suo carico è anche scattata la denuncia all’autorità giudiziaria. Abbastanza semplice il funzionamento dello street control: una telecamera piazzata sulla cappotta dell’auto dei vigili ad alta tecnologia fotografa targa e veicolo, riproducendo data e orario dell’infrazione rilevata. L’impianto, collegato ad un tablet dotato di rete internet, in tempo reale si connette alle banche dati per la verifica della regolarità della copertura assicurativa e della revisione. In caso di infrazione vengono scattate le due foto e, laddove possibile, l’infrazione viene contestata immediatamente all’automobilista o al centauro. In caso contrario viene inviato un avviso direttamente all’intestatario del veicolo entro le 72 ore dal verbale accertato il quale verrà chiamato a controdedurre entro le successive 48 ore e in caso di mancato riscontro scatterebbe d’ufficio la multa. Siamo comunque solo all’inizio: infatti dopo questa fase di rodaggio lo street control sarà utilizzato nelle sue piene funzioni, quindi con pattuglia in movimento. In quel caso verrebbero stangati non solo i veicoli senza assicurazione o revisione ma anche quelli posteggiati in doppia fila o in sosta vietata. Di sicuro i primi tempi si preannunciano durissimi per chi è stato sempre abituato a fare un pò come meglio crede, e c’è da dire che sono davvero in tanti e basta farsi ancora oggi un giro tra le vie più trafficate della città per rendersene conto di quanto incida il fenomeno.

GUARDA IL SERVIZIO