Alcamo-Spuntano anche le basole-killer, transenne in centro

Non bastavano ad Alcamo le strade killer: ora ci sono anche la basole che possono essere una pericolosissima trappola per le auto ma soprattutto per i pedoni. Ieri pomeriggio è incappato in una di queste “buche” una donna anziana per sua fortuna ha limitato i danni nonostante la rovinosa caduta. E’ successo in piazza IV Novembre, nell’area di fronte alla chiesa Madre di corso VI Aprile. L’anziana stava percorrendo a piedi questo tratto di pavimentazione in marmo quando arrivata all’altezza del monumento ai caduti ha finito per incastrare la sua scarpa in una di queste basole che erano parzialmente divelte. La donna è caduta battendo il ginocchio. Alla fine per lei solo tanta paura, qualche graffio ed ecchimosi ma nulla di rotto. Ad intervenire sul posto i vigili urbani del locale comando che si sono sincerati delle condizioni della vittima della “basola killer” e successivamente hanno provveduto a transennare l’area: “Era necessario – afferma il vicecomandante della polizia municipale, Giuseppe Fazio – transennare tutto per evitare che altri pedoni potessero attraversare questo tratto di pavimentazione. Ci siamo resi conto infatti che alcune basole erano divelte e che quindi vi era un pericolo incombente”. Immediatamente è stata girata la segnalazione al Settore Tecnico del Comune che avrà adesso l’incarico di predisporre l’intervento per la riparazione delle basole fuori posto. Non è la prima volta che accadono incidenti del genere ai pedoni, a ciclisti, centauri e automobilisti, vittime di buche lungo le strade che finiscono per trasformarsi in vere e proprie pericolose trappole per i mezzi che conducono ma anche per l’incolumità fisica. Non di rado si sono verificate cadute di pedoni che hanno riportato distorsioni, fratture e contusioni di non poco conto. Proprio nei giorni scorsi era stata segnalata la presenza di due grosse buche in via Porta Palermo, una delle strade più trafficate perché si collega con la statale 113. Buche che sono state fortunatamente riparate. Intanto per il cattivo stato delle arterie sono tantissime le cause intentate al Comune per il risarcimento danni fisici e ai veicoli. Situazioni che finiscono quasi sempre per trasformarsi in debiti fuori bilancio che pesano non poco sulle disastrate casse del municipio.