Alcamo-Sopralluogo allo stadio “Catella” per poterlo usare

Un sopralluogo effettuato stamane allo stadio Catella di Alcamo per cercare di dare la possibilità all’Alba Alcamo di potere giocare almeno domenica prossima in casa con il forte Dattilo Noir, che viaggia a punteggio pieno. Il sopralluogo è stato effettuato dall’architetto Aldo Palmeri dell’Ufficio tecnico del Comune assieme a Massimiliano PIrrone responsabile del settore sport. Un sopralluogo soprattutto negli spogliatoi e uscite di sicurezza che si farà di tutto per renderli agibili e consentire all’Alba Alcamo di giocare in casa domenica prossima. Un’impresa che si sta cercando di realizzare. Ad Alcamo sull’impiantistica sportiva si è all’anno zero. Ciò pregiudica la crescita delle tante società che praticano sport impegnando decine di giovani, che tolgono dai pericoli della strada. Lo sport non è solo un fatto agonistico ma è anche didattico e in tal senso tutte le associazioni vanno aiutate dal Comune mettendole nelle migliori condizioni di potere operare. Intanto la società bianconera è in crisi per le dimissioni del presidente Baldo Marchese poiché l’Alba Alcamo è una sorta di ebreo errante per i lunghi girovagare alla quale è costretta per la mancanza di un campo che aggrava le spese della dirigenza. Oggi pomeriggio con le sedute atletiche la squadra riprenderà gli allenamenti sulla pista del Catella e giovedì effettuerà la partitella per affinare gli ingranaggi degli schemi di gioco. Morale alle stelle dopo la vittoria esterna a Castelbuono e i bianconeri meditano intenzioni di rivincita poiché il Dattilo Noir li ha sconfitti per due volte in Coppa Italia.