Alcamo, scuola “Aporti” chiusa da ottobre: iniziate verifiche strutturali

0
377

Iniziati alla scuola “Aporti” di Alcamo i lavori di verifica strutturale. Si tratta dell’appalto che il Comune ha affidato e che finalmente è stato consegnato dopo le solite lungaggini burocratiche. Nel frattempo il plesso di viale Europa, che ospita quattro classi dell’infanzia per un totale di 76 bambini, oramai da ottobre scorso ha chiuso i battenti. Le aule sono state trasferite tra i plessi del “San Domenico Savio” e del “Collodi” ovviamente tra malumori e disagi per i genitori. Intanto l’avvio di queste verifiche è sicuramente un buon segnale e con ogni probabilità la scuola potrà riaprire i battenti in vista del prossimo anno scolastico 2019-2020, quindi prima di settembre. Lo stesso sindaco Domenico Surdi aveva annunciato l’imminente avvio di queste verifiche strutturali  nel corso di una recente assemblea convocata dai genitori dei bambini che per l’appunto chiedevano dei tempi certi considerando i protrarsi della chiusura. Il primo cittadino ha garantito che, al netto di contrattempi o complicazioni, si potrà fare in tempo per settembre. I lavori al momento in corso sono stati affidati ad una ditta specializzata che effettuerà dei sondaggi su solaio e pilastri per verificare le condizioni di staticità. La scuola infatti è chiusa da ottobre in seguito ai continui problemi di infiltrazione di acqua piovana verificati a conclusione di un sopralluogo dei vigili del fuoco, i quali hanno fatto presente che esiste un rischio di crollo delle parti del soffitto oramai ammalorato. C’è da dire che da questa relazione dipenderà ovviamente la spesa i tempi necessari per poter rendere nuovamente agibile l’immobile. Diciamo che da una prima sommaria verifica visiva da parte dei tecnici sarebbe stato riferito che non dovrebbero essere necessari interventi di chissà quale entità, per cui per settembre il Comune dovrebbe essere in grado di poter riaprire l’istituto. Il confronto con il comitato dei genitori è stato sereno, ad essere state esternate perplessità sui tempi troppo lunghi per avviare queste verifiche strutturali. Mamme e papà degli alunni iscritti all’Aporti hanno anche fatto presenti i problemi di natura economica della scuola che con le esigue risorse messe a disposizione dal Comun ha difficoltà per fronteggiare le necessarie spese di manutenzione. Ecco perchè è stato chiesto all’amministrazione comunale di prevedere un maggior stanziamento economico.