Alcamo; scuola, a settembre il pedibus

0
465

ALCAMO – Diventa realtà il Pedi-Bus per al città di Alcamo. A darne notizia è il Comune che quindi ha avviato le procedure per far partire il servizio già dal prossimo anno scolastico. A portare avanti il progetto l’ufficio del Mobility Manager d’area del Comune per la programmazione e l’istituzione del Pedibus. Si tratta di un servizio strutturato di accompagnamento a piedi dei bambini nei loro percorsi da casa a scuola e viceversa; è una realtà diffusa in molte città d’Italia ed è un modo sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare a scuola e tornare a casa. Il Pedibus prevede un “convoglio” umano di bambini (alunni delle scuole elementari che si muovono in gruppo) accompagnati almeno da due adulti (un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila). Hanno formalmente aderito all’iniziativa 5 scuole: Il Circolo Didattico “San Giovanni Bosco” e gli istituti autonomi comprensivi “Nino Navarra”, “Sebastiano Bagolino”, “Mirabella” e “Pietro Maria Rocca”. Intanto è in corso la distribuzione di materiale informativo alle famiglie, per analizzare le abitudini di spostamento degli alunni nei percorsi casa-scuola-casa e coinvolgere i genitori e le famiglie degli alunni. Con questa iniziativa a sfondo ecologico l’amministrazione comunale si propone soprattutto di migliorare la viabilità nelle ore interessate dagli orari di accesso a scuola e ritorno a casa degli alunni. Infatti specie tra le 8 e le 9 in prossimità delle scuole il traffico veicolare impazzisce con code che si formano in centro urbano. Ma ci sono anche altri obiettivi da perseguire: supportare le famiglie nella gestione degli spostamenti quotidiani casa-scuola, promuovere l’autonomia dei bambini nei loro spostamenti quotidiani e nei processi di socializzazione tra coetanei, sensibilizzare i bambini e le famiglie ai temi della mobilità sostenibile, migliorare il livello di fruibilità e di accessibilità delle strade limitrofe alle scuole e in particolare dei percorsi pedonali e delle aree verdi circostanti. Ora resta da definire la programmazione logistica vera e propria. Per ciascuna scuola con 6 giorni di frequenza settimanale, per realizzare un servizio PEDIBUS di 12/20 bambini, sono necessari 12/15 accompagnatori che siano genitori, nonni o comunque volontari, disponibili a fare gli accompagnatori per 2 viaggi alla settimana. Verranno stabilite le fermate identificando quali siano i punti più idonei di raccolta rispetto alle diverse provenienze dei bambini. E’ previsto il coinvolgimento della Polizia Municipale alla quale dovrà essere chiesto un parere preventivo e una supervisione sulla sicurezza del percorso.