Alcamo, sbloccati i fondi per il nuovo ospedale

0
495

ALCAMO (TP) – Anche se a piccoli passi il nuovo ospedale di Alcamo si sta sempre più avvicinando. Ci sono novità sul fronte del progetto per la realizzazione della nuova struttura che andrebbe a sostituire l’attuale nosocomio ridotto quasi ad un semplice pronto soccorso a causa della sua limitatezza strutturale oramai da un paio di anni. Il sindaco Sebastiano Bonventre ha annunciato che il governo nazionale ha sostanzialmente sbloccato i 16 milioni di euro necessari per far partire il cantiere:

Il nuovo ospedale di Alcamo sarà costruito in un’area di 41 mila metri quadrati in contrada San Gaetano, di fronte allo svincolo autostradale, per una spesa complessiva di oltre 20 milioni di euro. Il nosocomio disporrà di una dotazione di 93 posti letto (65 per acuti, 12 per riabilitazione, 16 per lungodegenza), di un Presidio territoriale di assistenza e di una Residenza sanitaria assistenziale per anziani. Nel maggio 2010 fu firmato il protocollo d’intesa per creare questa struttura ospedaliera, un’idea di cui si parla da decenni e spesso oggetto di scontri politici. In base a tale accordo tra l’assessorato regionale alla Salute, l’Asp di Trapani, la Provincia di Trapani e il Comune di Alcamo, si prevedeva “la cessione dell’immobile di via Francesco Crispi che attualmente è sede dell’Ospedale “San Vito e Santo Spirito”, i cui locali saranno destinati a ospitare un Istituto superiore di formazione, e il conseguente avviamento del progetto relativo alla realizzazione del nuovo presidio.