Alcamo-Rifiuti a fuoco nella notte, ora spunta il rischio diossina?

0
444

Ad Alcamo, nonostante il lavoro di raccolta straordinario operato la scorsa settimana, alcune zone all’estrema periferia sono critiche sul piano igienico-sanitario. Impegnati tutta la notte i vigili del fuoco costretti a intervenire nelle zone di Bosco d’Alcamo, alle Pigne di Don Fabrizio (nella foto) e al Casello di Alcamo marina dove sono state date alle fiamme cataste di rifiuti abbandonati. Per la prima volta il fenomeno dell’incendio dei rifiuti fa la sua pericolosa comparsa anche nel territorio alcamese. I pompieri hanno accertato che ad essere incendiati sono stati anche rifiuti pericolosi e speciali, motivo per cui è scattata l’emergenza ambientale con possibili rischi di spigionamento di diossina nell’aria. Stamattina anche il sindaco di Alcamo ha partecipato alla protesta con tutti i suoi colleghi a Palermo contro la Regione per la gestione dei rifiuti: “Abbiamo previsto per Alcamo delle misure specifiche – sottolinea il primo cittadino alcamese – per velocizzare il conferimento in discarica e contenere l’emergenza. Ma questo non basta. Abbiamo bisogno dell’impegno di tutti i cittadini per riuscire a differenziare di più e meglio, e cercare quindi di conferire in discarica meno rsu possibile”.