Alcamo, riconoscimento all’avvocato Ciccio Lauria

0
821

“Intendo sottolineare come Lei in questi anni abbia dato lustro alla nostra Professione e al nostro Foro, onorando con il Suo impegno la categoria e la dignità della toga”. Queste parole sono state rivolte dall’avvocato Salvatore Ciaravino, presidente dell’ordine degli avvocati di Trapani, all’avvocato Francesco Lauria, 90 anni lo scorso settembre, che dopo tantissimi anni di impegno forense ha lasciato l’attività anche se quotidianamente frequenta il suo studio della via Florio. Il presidente Ciaravino ha inoltre sottolineato rivolgendosi al collega Lauria che “Lei ha esercitato la professione con signorilità, eleganza, stile e grande autorevolezza, dimostrando di essere un professionista serio e competente, assolvendo con probità scrupolosa, con sapienza ed onestà all’alto compito della tutela del diritto altrui dinanzi all’Autorità giudiziaria”. Commosso ed emozionato Ciccio Lauria ha ringraziato il presidente dell’Ordine e tutti i colleghi presenti alla Cittadella dei giovani. Il riconoscimento all’avvocato Ciccio Lauria è stato tributato durante il convegno sui temi: “Legittima difesa e la legge “spazzacorrotti”. Sul primo tema ha relazionato l’avvocato Vincenzo Catanzaro mentre sul secondo il sostituto Procuratore della Repubblica di Trapani, Francesca Urbani. L’avvocato Ciccio Lauria è il decano dei legali trapanesi. Ha esercitato per decenni la sua professione con spirito di servizio. Lo scorso mese di settembre ha festeggiato i 90 anni di età con una bella festa alla quale sono stati presenti parenti venuti dall’America e ciò dimostra l’affetto verso una persona, che fa parte di una nota famiglia. Il fratello Giuseppe è stato presidente dell’Alcamo calcio che raggiunse traguardi mai più toccati. Sasà Lauria, noto primario di chirurgia e Saverio assicuratore. L’avvocato Francesco Lauria nel suo intervento conclusivo all’evento presso la Cittadella dei giovani, ha parlato delle difficoltà della professione di penalista ed ha rivolto un saluto particolare ai giovani colleghi.