Alcamo, rapina a distributore di benzina: due condanne

0
326

Sono stati condannati a tre anni e quattro mesi di reclusione ciascuno per rapina Salvatore Serraino, 44 anni, e Mohamed Anis Wahibi, di 29 anni, entrambi di Partinico. La sentenza è stata emessa dal giudice per le udienze preliminari di Trapani Emanuele Cersosimo. I due furono gli autori, l’11 giugno scorso, di un violento raid all’anziano titolare di un distributore di benzina ad Alcamo, la stazione di servizio Ip che si trova in via Porta Palermo, appena fuori il centro abitato. L’uomo, di 74 anni, fu picchiato e derubato; per fortuna se la cavò con qualche graffio e alcuni ematomi. Intorno alle 16 in tre, armati di pistola, fecero ingresso nello spiazzo attorno alla pompa di benzina bloccando subito l’uomo che gestisce l’impianto. In quel momento non vi era nessun cliente e quindi la banda poté agire indisturbata. L’assalto durò solo pochi minuti, ma le casse del distributore furono accuratamente ripulite: i malviventi portarono via mille e 400 euro, l’incasso della giornata. La vittima chiamò subito dopo i carabinieri che aprirono le ricerche. La fuga della banda durò solo poche ore. Dapprima fu individuata l’auto sulla quale i tre si erano dileguati: una vettura risultata rubata che aveva imboccato la statale 113 in direzione Partinico. I carabinieri della Compagnia di Alcamo attivarono un massiccio servizio di controllo del territorio in collaborazione con i colleghi di Partinico. E in effetti fu proprio una pattuglia della Radiomobile del comando di Partinico ad intercettare la vettura dei rapinatori e, dopo un breve inseguimento, a bloccarla.  Sull’auto furono trovati indizi inequivocabili: un passamontagna, una pistola giocattolo sprovvista di tappo rosso e un coltello da cucina, che fecero scattare le manette ai polsi dei due pregiudicati. Il terzo complice, invece, risulta tuttora ricercato.