Alcamo-Protocolli edilizia, Fillea: “Carta straccia”

0
344

Il protocollo sull’edilizia sottoscritto ad Alcamo ad oggi solo carta straccia. E’ un j’accuse pesante quello che parte dai sindacati di fronte al perdurare della cronica condizione di crisi del comparto edile che ad Alcamo, così come nel resto della provincia trapanese, ha assunto contorni davvero drammatici. I frenetici incontri che si sono susseguiti negli ultimi mesi per definire il protocollo con il Comune di Alcamo per favorire l’assunzione di mano d’opera in caso di assegnazione di appalti si sono rivelati iniqui secondo la Fillea Cgil. Ben 120 gli operai disoccupati che si sono iscritti nell’apposita lista al centro per l’impiego cittadino ma senza alcun riscontro.

Di questi protocolli praticamente ne sono stati firmati in quasi tutti i Comuni della provincia trapanese e l’effetto è praticamente lo stesso. Al sindacato nasce spontaneo il sospetto che le imprese che vincono gli appalti “in trasferta” adottino dei sistemi illeciti perché altrimenti non si spiegherebbe la mancata assunzione di manovalanza locale di fronte oltretutto alle agevolazioni e agli sgravi fiscali contemplati dai protocolli. Più complessivamente la situazione dell’intera provincia trapanese resta difficilissima. Soltanto gli operai edili che risultano disoccupati sono ben 5 mila e tutto ciò si consuma mentre esistono opere pubblicate già belle e finanziate per un totale di 250 milioni di euro. A mettersi di trasverso, come spesso accade, è la burocrazia che non permette di andare a passo veloce rispetto alle esigenze del tessuto economico. Alcuni degli appalti sono infatti bloccati anche per la mancata apposizione di firme degli amministratori degli enti pubblici.

Cut a V shape in the front side of the vest
woolrich outlet Katy Perry dons Valentino dress on the red carpet

how to be a brochure livingston
valentinoQualifications for a Fashion Buyer