Alcamo-Progetto “Cammini francescani in Sicilia”, domani incontro tecnico

0
445

Si terrà ad Alcamo il prossimo incontro di assistenza tecnica rivolto alle imprese già aderenti al progetto “Cammini Francescani in Sicilia”, ma aperto anche a chi è interessato ad offrire servizi ad hoc per ciclisti, famiglie con bambini e amici a 4 zampe, così come ai titolari di esercizi commerciali che potrebbero essere disponibili a fare qualche sconto agli ospiti dei “Cammini”.

L’appuntamento è per domani pomeriggio, dalle ore 15.30 alle ore 18.30 presso l’Auditorium dell’ex Collegio dei Gesuiti, in piazza Ciullo. L’incontro sarà tenuto dal coordinatore tecnico-scientifico, Maria Sabrina Leone, che illustrerà brevemente il progetto e le opportunità e i benefici per chi volesse entrarvi. L’argomento principale sarà comunque l’organizzazione del Blog Tour, previsto a livello regionale dal 23 al 28 marzo.

Alcamo è uno dei comuni “destinatari” dei Cammini Francescani in Sicilia, insieme a Palermo, Ganci, Nicosia, Mistretta, Chiaramonte Gulfi, Modica, Ragusa e Savoca.

Il progetto, co-finanziato, all’interno dei Progetti di eccellenza Culto e Cultura, dall’assessorato al Turismo della Regione Sicilia e dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, si propone la valorizzazione turistica di alcune realtà conventuali francescane, localizzate in siti di particolare rilievo culturale e/o naturalistico e dei relativi comprensori territoriali. Alcamo rientra fra i questi.

L’iniziativa coinvolge oltre che le realtà conventuali, tutte le imprese locali in grado di offrire beni e servizi al visitatore, imprese che fanno nell’ambito del progetto uno specifico percorso formativo e di assistenza tecnica volto alla specializzazione sui target del turismo outdoor ma anche delle famiglie con bambini e delle vacanze pet-friendly.

A conclusione del progetto, il marchio “Cammini Francescani in Sicilia” identificherà un nuovo prodotto turistico regionale, composto da percorsi di mobilità dolce e da un’articolata rete di offerta di servizi al turista specialistici e di qualità.

Tra le attività previste in loco, sono già stati individuati percorsi da realizzarsi a piedi, in bici e/o a cavallo lungo i medesimi sentieri percorsi un tempo dal Fra Beato Arcangelo da Calatafimi. Tali “cammini” verranno lanciati sul mercato ad aprile, con il conseguente arrivo di nuovi pellegrini-visitatori sul territorio.