Alcamo-Primi 100 giorni di governo M5s: “In arrivo investimenti”

0
392

Il sindaco di Alcamo Domenico Surdi (nella foto) traccia i primi 100 giorni della sua amministrazione e si affida al web, nella pagina facebook dello stesso  Movimento 5 Stelle, per parlare alla città e per metterla a conoscenza dei primi risultati raggiunti e soprattutto degli obiettivi che intendere centrare. Il primo cittadino non ha nascosto le sue iniziali difficoltà all’insediamento legate soprattutto all’esplosione dell’emergenza rifiuti anche nel trapanese a causa soprattutto della mancanza di discariche e della loro saturazione su tutto il territorio siciliano. Nel contempo è stato fatto cenno dell’approvazione del nuovo piano rifiuti, che entrerà in vigore non prima del prossimo anno, che permetterà un risparmio di quasi un milione e mezzo di euro agli alcamesi. E’ stata effettuata una prima rivisitazione degli uffici e dei servizi e attraverso il credito sportivo si stanno cercando finanziamenti per rimettere in sesto i disastrati impianti sportivi, con particolare riferimento allo stadio “Lelio Catella”. Inoltre è stato annunciato che il Comune ha dato la sua disponibilità all’ex Provincia per gestire direttamente il “Paladangelo”, il palazzetto dello sport oggi abbandonato. Surdi ha puntato la sua attenzione soprattutto sugli interventi fatti che mirano soprattutto a scardinare consolidate gestioni passate, in particolare per ciò che riguarda i beni confiscati alla mafia.

Tra i cambiamenti annunciati anche gli imminenti regolamenti, allo studio delle commissioni consiliari preposte, per l’introduzione dei matrimoni civili, degli impianti sportivi e del servizio di approvvigionamento idrico tramite autobotti. In questo senso si inserisce anche la recente nomina della commissione pubblici spettacoli che, come afferma il sindaco, è stata fatta seguendo criteri di trasparenza e non con nomine dirette. Sul fronte dei servizi sociali ci si sta concentrando su una serie di progetti destinati agli indigenti.

Tra gli interventi annunciati anche i lavori alla scuola “Pirandello” dove dal febbraio scorso tutto il primo piano dell’immobile non è fruibile a seguito della caduta di parte del controsoffitto. Tra gli obiettivi centrati l’apertura delle biblioteche dal lunedì al sabato sino alle 19,30 e l’attivazione del servizio gratuito del wi-fi per permettere i collegamenti internet a tutti. In dirittura d’arrivo poi il bilancio 2016 con lo sblocco di importanti somme.

Tra gli altri investimenti annunciati anche quelli sul Castello di Calatubo e sulla strada di accesso. Particolare attenzione anche al centro storico con l’avvio di un censimento, attraverso il sostegno della III commissione e il confronto con tecnici e professionisti della città, per sfruttare la recente legge regionale che permette il recupero delle situazioni di degrado. Di recente anche l’assegnazione dell’appalto per un investimento da 2 milioni e mezzo di euro per rimettere in moto l’approvvigionamento idrico dalle sorgenti di Cannizzaro. Il primo cittadino  parla anche di difficili sfide specie sul versante economico per un Comune che ha difficoltà di liquidità.