Alcamo-Primarie nel Pd, candidature a sindaco entro domani

Candidature a sindaco. Sembra ancora tutto in alto mare anche se nella riunione di ieri pomeriggio Il Pd alcamese  ha fissato una scadenza. Per le primarie dei democratici le candidature debbono essere presentate entro le 20 di domani nella sede della via Tenente Manno. Il clima è di incertezza è allo stato attuale nel Pd ci sarebbe una sola candidatura quella di Vincenzo Cusumano, mentre l’ex consigliere e assessore Giacomo Sucameli, oggi in giunta a Campobello e fedelissimo dell’onorevole Paolo Ruggirello, ha fatto sapere che potrebbe fornire un nominativo entro domani sera. Si è anche parlato di coalizioni. Di non escludere primarie con gli ex di Area democratica ora confluiti, per come avevamo da tempo anticipato nei Tg di Alpauno, nei socialisti da dove provengono i vari Franco Gabellone, Pasquale Perricole e Gino Paglino. Quest’ultimo dovrebbe andare a ricoprire la carica di presidente del Psi alcamese. Situazione dunque complessa nel centrosinistra dove ad Alcamo potrebbe nascere un’anatra zoppa. La coalizione nel Pd dove  il grande saggio Massimo Ferrara e i giovani democratici si sono espressi contro un’alleanza con Udc e Sicilia futura, che compongono la maggioranza all’Assemblea regionale. Ma i dirigenti regionali avalleranno tale posizione?  Sempre ieri sera il Pd ha deciso di guardare con particolare attenzione alla costituenda lista civica “Progetto Alcamo”, formata dagli aderenti all’associazione MODi, nata dopo le ultime elezioni regionali a causa della spaccatura con Abc, che dovrebbe avere il proprio candidato a sindaco. “Progetto Alcamo” punta sulle buone idee – è scritto in un comunicato- sulle competenze, sulla credibilità sociale dei suoi aderenti. Sorge per dare spazio alle osservazioni, alle proposte e alle competenze di cittadini e di associazioni impegnate in ambito sociale, imprenditoriale, culturale, ambientale e sportivo che in modo responsabile vogliono promuovere il buon governo cittadino”. “Progetto Alcamo” e “Rivoluzione alcamese”, che si ispira alle posizioni leghiste di Matteo Salvini sono due delle tante le liste, che affolleranno il panorama delle amministrat6ive ad Alcamo.  E  mentre si svolgono riunioni più o meno riservate. Meet up e incontri di vario genere dove si parla di tutto e del contrario di tutto di proposte per far rinascere Alcamo ne circolano pochissime. Ma tutti cercano con tutti i mezzi visibilità su qualsiasi tipo di media per portare acqua al proprio mulino. Va sottolineato   che nella politica non ci dovrebbero essere nemici ma avversari e rispettare le idee di tutti. Vogliamo ricordare Voltaire ai fondamentalisti della politica che ai atteggiano a  depositari delle verità assolute: “Io combatto la tua idea che è diversa della mia- scriveva Voltaire – ma sono pronto a battermi sino al prezzo della vita perché tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente”.