Alcamo-Premio Ciullo al magistrato Alfonso Giordano

Il saluto e un breve curriculum di un magistrato che ha scritto una pagina importante nella lotta alla mafia. Il magistrato è Alfonso Giordano, che ha diretto il primo maxi processo alla mafia, che rappresentò una svolta nel comprendere meglio questo fenomeno criminale che tanti lutti ha provocato e continua a provocare. Il saluto è stato portato da Francesco Bambina, presidente dell’associazione Amici della musica di Alcamo, che durante la cerimonia di ieri sera al centro Congressi Marconi, ha spiegato le motivazioni che lo hanno indotto a conferire l’importante riconoscimento: il Premio Ciullo, all’insigne magistrato. A consegnare il premio è stato il prefetto di Trapani, Darco Pellos. Visibilmente emozionato Alfonso Giordano ha rivolto sincere parole di ringraziamento all’Associazione amici della musica. Ha letto una pagina del suo libro che racconta le fasi del maxi processo. Racconta le emozioni di un giudice fermo e deciso nel fare rispettare la legge che diresse con mano decisa il maxi processo, ma anche con tanta umanità. Dietro le barre c’erano boss e gregari di cosa nostra. Un significativa cerimonia quella di ieri sera al centro congressi Marconi,, alla quale hanno presenziato il comandante della locale compagnia dei carabinieri e quello della tenenza della guardia di finanza. La serata si è conclusa con il concerto dei Mezzotono, piccola orchestra italiana senza strumenti, inserito nella 32esima edizione della stagione concertistica.