Alcamo-Pd dice no ad alleanze con Scala e Turano

 

Secondo congresso cittadino per i Giovani Democratici domenica scorsa presso la nuova sede del circolo di Alcamo del Pd in Via Ten. Vito Manno.Ma c’erano anche i meno giovani come il coordinatore della reggenza del circolo Massimo Ferrara che, in merito alle prossime elezioni amministrative ha voluto ribadire alcuni punti fermi già decisi, come si legge in una nota diffusa dallo stesso Partito: “la conferma delle primarie di partito aperte al voto di tutta la cittadinanza e l’esclusione di possibili alleanze con chi è già uscito dal PD per approdare a nuove realtà politiche o con chi ha attaccato da anni il PD alcamese additandolo come il male assoluto”. Non ci sarebbe dunque alcuno spiraglio per ipotetiche coalizioni con l’ex sindaco Giacomo Scala o con l’attuale deputato regionale Mimmo Turano. Scopo dell’assemblea era comunque anche quello di eleggere il nuovo segretario cittadino dei Giovani Democratici a seguito della campagna tesseramenti dei mesi scorsi che avrebbe confermato la realtà alcamese come il circolo con il maggior numero d’iscritti in provincia di Trapani. I lavori sono stati aperti dal segretario uscente nonché componente dell’assemblea nazionale del Pd Salvatore Cangemi. L’assemblea ha scelto per acclamazione come nuovo segretario cittadino dei Giovani Democratici Gabriele Morrone, laureando in giurisprudenza, 23 anni , ma già con alcuni anni di attività politica alle spalle, che ha sottolineato “la ferma volontà di continuare nel coinvolgimento delle giovani generazioni all’attività politica e a cui è stato rivolto l’invito di entrare a far parte della reggenza del Partito Democratico di Alcamo”. Oltre al segretario uscente Salvatore Cangemi e al coordinatore Massimo Ferrara hanno relazionato: il sindaco di Salemi Domenico Venuti, componente della segreteria regionale del Pd e Marcello Asta, segretario provinciale dei Giovani Democratici.