Più di un milione di click per i Calandra & Calandra

 

Traguardo a sei zeri su YouTube per il videoclip dei Calandra & Calandra, duo di musicisti che non può contare sull’appoggio di case di produzione o altro, ma solo su quello di tanti, tantissimi amici, appassionati, e tutti coloro che, prescindendo da luogo di nascita e dialetto, ne apprezzano musicalità, allegria e ironia. «Che un videoclip raggiunga un milione di visualizzazioni è già un gran bel successo, se a raggiungere il traguardo è il videoclip di un inedito in siciliano, autoprodotto da una associazione senza il “supporto” di una casa discografica o dei grandi network televisivi, si può senza alcun dubbio parlare di un “evento” eccezionale», commentano – non facendo mistero della loro soddisfazione – i fratelli Maurizio e Giuseppe Calandra. La storia, in estrema sintesi, inizia quando i due cantautori alcamesi, al fine di veicolare la propria musica “abbinandola” alla promozione del territorio e della cultura siciliana, decidono di cominciare ad autoprodurre, con il solo aiuto di alcuni sponsor, i propri videoclip, decidendo però di farlo “in grande”, affidandosi a registi e studi di produzione di buona fama. Tutto il resto è storia. Nel repertorio dei Calandra & Calandra una serie di brani che fanno della “sicilianità” il loro punto di forza. Tra questi “Lu Matrimoniu Tirituppi e Tappi”, che viene prodotto dall’associazione Sicilia In, in collaborazione con l’Ottica Focus. La regia del videoclip viene affidata a Baldo Messina e la produzione all’agenzia Idea Video di Trapani che per le riprese sceglie come location le grotte di Mangiapane ed il santuario di Custonaci. Imponenti anche il cast e lo staff di produzione che complessivamente coinvolge quasi duecento persone tra attori, comparse, ballerine, tecnici. Vincitore di diversi festival siciliani come miglior videoclip, quello che più colpisce è che non si tratta del solito fenomeno “virale” che in un paio di mesi, rimbalzando da un portale all’ altro, conquista milioni di visualizzazioni. Uscito nel 2013, quello del videoclip è stato un cammino graduale, per buona parte “percorso” al di fuori dei confini nazionali: quasi la metà dei click, secondo i dati forniti dallo stesso portale, proviene dall’estero. Un successo enorme per il duo alcamese in tutto il mondo, dunque, dove hanno saputo esportare, accostandolo ad una sapiente dose di ironia, tutto l’amore per la loro terra.