Alcamo, paziente 1 torna in ospedale. Due negativizzati domiciliari

Mentre un paio di alcamesi che erano in isolamento domicliare si sono negativizzati dal Covid-19, non sembra ancora terminare l’odissea del funzionario dell’ASP ed ex deputato regionale ricoverato l’11 marzo scorso. Il cinquantacinquenne non è infatti guarito seppur continua ad essere sulla buona strada: sta bene e non necessita più della respirazione automatica. L’odissea per Franco Regina, però continua perché l’ultimo tampone ha rivelato ancora la sua positività al virus.

L’alcamese ieri pomeriggio aveva lasciato il “Sant’Antonio Abate” per essere trasferito a Villa Zina, il park hotel di Custonaci messo sotto contratto dalla Regione per far completare la quarantena a che ne avesse di bisogno e per far negativizzare gli ammalati in fase di guarigione. Il nuovo tampone, però, ha suggerito ai medici di riportare il funzionario pubblico in ospedale ma stavolta al reparto covid del “Paolo Borsellino” di Marsala. Un colpo certamente pesante al morale dell’alcamese che stanotte trascorrerà la sua trentasettesima notte in ospedale.

Il resto dei dati diffusi dall’ultimo bollettino dell’ASP segnala guarigioni un po’ su tutto il territorio provinciale. I casi attualmente positivi sono 95. La cifra comprende i tre nuovi casi rilevati a Valderice, Trapani e sulla nave da crociera Costa Deliziosa con il trasporto dell’ammalato al porto di Marsala. I tamponi analizzati sono stati 215. Ammontano invece a 385 i test sierologici effettuati al personale sanitario e che portano il totale a 700.