Alcamo, nuova videosorveglianza in centro storico: super zoom e alta visibilità anche in notturna

0
945

Sette nuove telecamere ad altissima definizione, in grado di poter identificare la targa di un veicolo anche ad oltre 200 metri di distanza. Sono state piazzate nel cuore del centro storico, tra piazza Ciullo, corso VI Aprile e la via Sant’Oliva. In pratica tutta l’area pedonale e la restante parte della via principale della città saranno monitorate 24 ore su 24. Il circuito è stato in questi giorni posato in opera e già da ieri sono cominciate le prime messe in funzione per testarlo: “manca solo il collaudo finale – afferma il comandante della Polizia municipale, Giuseppe Fazio – per accenderle in via definitiva. Un passaggio tecnico, questione di giorni e il sistema sarà in funzione”. Ad essere stato dismesso il vecchio circuito che era composto soltanto da 5 telecamere e tra l’altro non in alta definizione. Quello nuovo appena installato comprende anzitutto 7 occhi elettronici, tutti con visione in hd, a colori, che garantiscono altissima visibilità anche in notturna. Due di queste telecamere sono motorizzate, quindi significa che con un semplice telecomando a distanza possono essere orientate in diverse posizioni. Questi dispositivi saranno in grado di monitorare tutto corso Vi Aprile, piazza Ciullo ed anche l’ingresso laterale del Collegio dei Gesuiti. “Stiamo parlando – aggiunge il capo dei caschi bianchi – di telecamere che anzitutto sono chiamate a fare da deterrente a certi comportamenti che possono mettere a repentaglio la sicurezza di pedoni e automobilisti. L’alta tecnologia che offrono sarà in grado di poter meglio presidiare il cuore pulsante del centro storico, quello più frequentato anche nei fine settimana e nelle ore serali durante la cosiddetta movida notturna”. “Rispondiamo così – aggiunge il sindaco Domenico Surdi – ad una diffusa esigenza di maggiore controllo in una zona molto frequentata, soprattutto nei weekend. Un plauso alla Polizia municipale per aver curato il progetto, interamente finanziato con somme comunali”. Sino ad oggi sono stati installate in tutta la città 14 telecamere nel 2011 e all’incirca una cinquantina nel 2015 in due diverse tranche di progetti. Nel luglio scorso L’amministrazione comunale ha anche stipulato in prefettura il “Patto per la sicurezza” con cui si prevede di agganciare altri fondi per realizzare la posa di altri 58 occhi elettronici. Quest’ultimo progetto prevede nello specifico un controllo di tre macroaree suddivise convenzionalmente in dorsale di Viale Europa, dorsale di Corso VI Aprile e area Mercato, compresa anche la zona a ridosso del Monte Bonifato. Per riuscire a mettere in piedi questo sistema secondo il progetto stilato dagli uffici ci vorrebbe poco più di mezzo milione di euro di finanziamento.