Alcamo-No ai falò in spiaggia il 7 e l’8 settembre, il divieto del Comune

0
592

Niente falò nelle spiagge di Alcamo marina. Lo ha vietato il sindaco Domenico Surdi con una propria ordinanza sulla scorta di un provvedimento già sperimentato negli anni scorsi nonostante la tradizione alcamese del falò nel giorno dei festeggiamenti della Madonna dell’Alto. “La volontà dell’amministrazione – si legge in una nota dl Comune – è quella di rafforzare la cultura del rispetto dell’ambiente in generale ed in particolare salvaguardare l’arenile di Alcamo Marina, luogo di pregio naturalistico e sviluppo turistico del territorio comunale”. Proprio in quest’ottica è stato introdotto il divieto di falò domani, 7 settembre, e sabato 8 lungo l’arenile di Alcamo Marina. I frequentatori della spiaggia non potranno accendere fuochi a combustibile o ad energia elettrica nelle cabine o al di fuori. Vietati anche l’emissione di suoni a mezzo di altoparlanti o di amplificatori di qualsiasi genere e rumori molesti che quindi possano arrecare fastidio. E’ obbligatorio mantenere il volume e l’intensità sonora delle emissioni entro i limiti consentiti dalle norme in vigore. Nell’ordinanza del primo cittadino viene anche fatto divieto di abbandono dei rifiuti su suolo pubblico: “Un gesto di inciviltà – evidenzia il primo cittadino – che non può e non deve trovare alcuna giustificazione, pertanto i fruitori della spiaggia sono obbligati a spostarsi su richiesta da parte degli operatori addetti alla pulizia dell’arenile, rimuovendo se necessario, tutto ciò che è depositato sull’arenile per consentire il passaggio dei mezzi meccanici”. Dovranno essere rimossi i rifiuti prodotti, ovvero quelli abbandonati nella zona immediatamente limitrofa al proprio stazionamento, conferendoli negli appositi contenitori. La Madonna dell’Alto tradizionalmente viene salutata ad Alcamo con la realizzazione di falò che però da qualche anno viene vietata per l’appunto con ordinanza del primo cittadino.