Alcamo, nasce centro di ascolto antiviolenza finanziato da Regione

0
820
INAUGURATO LO SPORTELLO DI ASCOLTO PER LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA DOMESTICA PRESSO LA FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO MANGIAGALLI (Agenzia: EMMEVI) (NomeArchivio: VIOLEd5z.JPG)

Un centro di ascolto per le donne vittime di violenza nascerà ad Alcamo. E’ infatti tra quelli finanziati dalla Regione che ha stanziato 12 mila euro per sostenere le attività della struttura. Il progetto finanziato è quello dell’associazione “Le Pleiadi”, forte di un’esperienza sul territorio di 11 anni e che già in passato ha avuto un importante ruolo ad Alcamo avendo gestito in collaborazione con il Comune un centro antiviolenza sino al 2014. Il dipartimento regionale della Famiglia ha approvato la graduatoria definitiva dei progetti tra cui rientra proprio quello di Alcamo, piazzato oltretutto tra i primi in graduatoria: per l’esattezza si è piazzato all’ottavo posto con un punteggio di 74, quindi tra quelli ritenuti più meritevoli dal governo regionale. “Le somme, già nei prossimi giorni, – assicurano dalla Regione – potranno essere liquidate ai beneficiari”. “A breve contiamo di interfacciarsi con gli uffici regionali – afferma Paola Palmeri, referente de Le Pleiadi –, per cui contiamo di poter aprire i battenti entro il prossimo mese di maggio”. La sede sarà ad Alcamo e ad aprire sarà un centro di ascolto che sostanzialmente garantisce gli stessi servizi del centro antiviolenza, con l’unica differenza legata a ragioni logistiche e a limiti quindi strutturali. “Parliamo di strutture – afferma il presidente della Regione, Nello Musumeci – in grado di farsi carico di situazioni divenute insostenibili, offrendo la concreta opportunità di cominciare un nuovo percorso di vita”. Ad Alcamo sarà garantita di base un’equipe di 7 professionisti tra psicologi, avvocati, educatrici e mediatrici culturali. All’apertura sarà data l’adesione al numero nazionale 1522 attraverso cui le vittime di violenza potranno fare riferimento per potere ricevere assistenza dal centro. Quello finanziato ad Alcamo sarà un punto di riferimento che potrà accogliere le donne vittime di abusi, stalking o maltrattamenti. L’equipe del centro darà indicazioni necessarie per avviare i percorsi di tutela e, laddove necessario, l’invio delle stesse vittime presso i centri e le strutture antiviolenza per la “messa in sicurezza”.