Alcamo: Movida, in 5 mesi città sotto assedio

0
463

Droga e violazioni al codice della strada: la modiva alcamese viene nuovamente stangata nel week-end appena trascorso. Sono stati i carabinieri a mettere letteralmente sotto serrato controllo il territorio nella notte tra sabato e domenica scorsi. Il bilancio è di quelli pesanti: 180 persone controllate, oltre un centinaio i mezzi fermati, sei denunce ed una segnalazione. A finire nella rete dei controlli dell’Arma quattro persone, tutte denunciate, per guida senza patente. Si tratta di tre rumeni, di 27, 42 e 21 anni, rispettivamente residenti a Calatafimi, Erice e Alcamo, e di un alcamese di 21 anni, di professione manovale edile e con precedenti penali. Altre due persone sono state denunciate: si tratta di un trapanese di 50 anni, pregiudicato, residente a San Vito lo Capo, per aver falsificato il certificato assicurativo della propria autovettura, e di un altro rumeno di 36 anni, che abita a Castelvetrano, per aver condotto proprio ciclomotore senza la relativa patente di guida poiché mai conseguita e per aver apposto su questo stesso mezzo una targhetta identificativa, palesemente contraffatta. Nell’ambito di questi stessi controlli veniva anche fatta una segnalazione alla Prefettura di Trapani di un giovane alcamese quale assuntore sostanza stupefacente: è stato infatti trovato in possesso di mezzo grammo di “marijuana”. “I controlli – precisano dalla Compagnia di Alcamo, guidata dal capitano Savino Capodivento – continueranno nei prossimi giorni senza indugio e si intensificheranno ulteriormente in vista delle prossime festività pasquali”. Da novembre ad oggi questa è la quarta maxioperazione di controllo messa in campo dalle forze dell’ordine ad Alcamo. Il bilancio complessivo, nelle varie operazioni portate avanti da carabinieri e polizia, è salito a 500 persone identificate, un arresto, otto denunce, quattro segnalazioni alla prefettura e quattro esercizi commerciali multati. Questo tipo di operazioni, assicurano carabinieri e polizia, continueranno sistematicamente per prevenire le cosiddette “Stragi del sabato sera”, scoraggiando la guida di chi alza il gomito e assicurando, dall’altra parte un occhio vigile sulla movida alcamese, e per prevenire quindi anche fenomeni di vandalismo e danneggiamenti. Ad essere presidiate piazze, strade, luoghi di aggregazione dei giovani al fine di prevenire furti, atti vandalici e disturbo alla quiete pubblica, fenomeni che in questi mesi hanno creato qualche disagio soprattutto agli abitanti del centro storico, dove si concentra la maggior parte dei locali pubblici frequentati da giovani e giovanissimi, anche dei Comuni vicini.

Seth Rogen Takes Them Shopping for Self Help Books
woolrich arctic parka Sutra Magazine on Bridal Hair and Beauty

Press onto the bottom of the pan to form a firm
valentino studded heelsDismembered Body Confirmed as Missing Student