Alcamo Marina, auto distrutta e abbandonata in Battigia. Degrado e rischi per pubblica incolumità

Diverse autovetture sono abbandonate sul territorio comunale alcamese, anche in città e nelle zone abitate. Il problema ha interessato il comando della polizia municipale che ha sottoscritto una convenzione gratuita, per due anni, con uno sfasciacarrozze. Il carro-attrezzi della ditta, però, non può intervenire immediatamente perché prima bisogna attendere i due mesi di pubblicazione sull’albo pretorio del comune dove ha avuto l’ultima residenza il proprietario dell’autovettura abbandonata.

E’ anche il caso di una vecchia Fiat Brava posta sotto sequestro dalla polizia municipale in zona Battigia, ad Alcamo Marina, in una zona frequentatissima. La carcassa è lì da tempo e il 4 giugno è stata avviata la proceduta di rottamazione con la pubblicazione all’albo pretorio del comune di Calatafimi dove risiede il proprietario. Bisognerà quindi attendere per prelevarla almeno fino al 4 di agosto, nel fulcro delle ferie estive e del via vai di gente. Il problema è che, oltre al fatto di un intervento che magari poteva essere effettuato un po’ prima, la vecchia auto è ridotta in condizioni pietose, davvero brutte alla vista dei passanti, ma anche in uno stato di pericolosità per tutti. Chiunque, transitando nei pressi, potrebbe mettere a repentaglio la propria incolumità.

Finestrino aperto e tagliente, parabrezza frantumato. Se qualcuno passando nei pressi, perdesse l’equilibrio e si appoggiasse involontariamente a tutto quel vetro, rischierebbe seriamente tagli non di poco conto. Inoltre l’abitacolo è divenuto ricettacolo di tutto, anche di animali, e di infestazioni. A due passi dalla vettura abbandonata e distrutta sorgono due lidi e un hotel di pregio. Offrire questa immagine ai turisti che arrivano in zona, non è assolutamente un bel biglietto da visita. Bisogna quindi attendere fino al 4 agosto almeno? Ok, ma che si provveda ad eliminare i pericoli coprendo l’auto in qualche maniera o rimuovendola per problemi alla pubblica incolumità.