Alcamo, lavori pubblici appaltati: entro gennaio al via

0
446

La realizzazione del rifugio sanitario per cani, la videosorveglianza, la Cittadella dei Giovani, la riqualificazione delle aree S’Anna e S. Ippolito, il restauro della Cuba delle Rose, il Biomercato del Contadino, la manutenzione viabilità interna ed esterna, la manutenzione rete idrica e fognaria e il rifacimento di parte dell’illuminazione pubblica: sono tutti i lavori pubblici appaltati dal Comune di Alcamo e saranno presentati domani, alle ore 11.30, presso il Palazzo di Città.

Tutti i lavori avranno inizio entro la fine di gennaio 2014, mentre già dalla prossima settimana prenderanno il via quelli relativi al rifugio sanitario per cani presso il bene confiscato alla mafia di Contrada Tre Noci. All’incontro saranno presenti l’assessore ai lavori pubblici, Massimo Melodia, l’assessore al bilancio, Gianluca Abbinanti e le ditte aggiudicatrici.

Si tratta del corposo programma di opere pubbliche già appaltate dal Comune di Alcamo nel corso del 2013, frutto soprattutto di finanziamenti esterni, per un investimento totale di oltre 14,7 milioni di euro.

Sarà consegnato alle ditte presenti il protocollo d’intesa firmato con le associazioni sindacali CNA, CISL FILCA, FILLEA CGIL, FENEAL UIL e l’Associazione Antiracket Ed Antiusura, nonché il Protocollo Unico di Legalità sottoscritto alla Presidenza della Regione con le prefetture delle nove province siciliane.

L’assessore Melodia dichiara: “l’Amministrazione rivolge una grande attenzione alle imprese locali, offrendo loro un’opportunità in più in un momento di grande crisi economica soprattutto nel comparto edilizio” e ribadisce :“il Protocollo di intesa ha l’obiettivo di sensibilizzare le imprese aggiudicatarie ad assumere maestranze locali i cui nomi potranno essere attinti dalle liste di collocamento e, nel caso di sub appalto, regolarmente autorizzato, potrà farsi ricorso a imprese locali, i cui nominativi potranno essere attinti dall’Albo delle imprese di fiducia del Comune di Alcamo”.