Alcamo, la via per Camporeale sprofonda ancora di più: chiusa la strada

0
1737

Sede stradale sprofondata di altri 30 centimetri in appena una settimana. Quello che sino a ieri poteva essere considerato un allarme è diventato anche qualcosa di più sulla strada provinciale 10 che collega Alcamo a Camporeale. Proprio sulla base di quanto accaduto da ieri sera è scattato l’assoluto divieto di transito per circa 150 metri del tratto di strada franato nei giorni scorsi, dall’altezza di via Monsignor Tommaso Papa. “La frana è ancora in movimento – afferma il comandante della Polizia municipale Giuseppe Fazio – ed è stato constatato dai tecnici del Comune un ulteriore abbassamento della sede stradale nell’ultima settimana di circa 30-40 centimetri. L’ufficio tecnico ora sta facendo le sue valutazioni per avviare dei lavori di consolidamento urgenti. Nelle more non si poteva più permettere l’attraversamento di questo tratto stradale per ragioni di sicurezza e per questo è stata emessa un’ordinanza di divieto assoluto di transito sino a che per l’appunto non verranno effettuati questi lavori”. Da ieri sera stanno presidiando la zona le associazioni di Protezione civile chiamate a dare informazioni alle auto in transito ed a garantire la totale sicurezza in zona. La frana, secondo il monitoraggio dei tecnici comunali, è ancora in movimento e quindi potrebbe ancora ulteriormente far sprofondare la sede stradale. Una vera tegola per i tanti pendolari che da Camporeale raggiungono Alcamo e che stanno attraversando non pochi disagi, primi fra tutti gli studenti che frequentano gli istituti superiori alcamesi. Per loro già da qualche giorno è stato deciso di anticipare la partenza dell’autobus di un quarto d’ora, considerato che il mezzo è costretto a causa della frana a fare una deviazione che allunga di qualche chilometro il percorso. Ora però il divieto di passaggio viene imposto anche alle auto che invece sino a ieri potevano attraversare seppur vigente un senso unico alternato. Non sono bastate evidentemente le precauzioni che erano state prese dal Comune di Alcamo già quando era stata rilevata la prima frana: ad essere stati attivati per l’appunto il senso unico alternato, il limite di velocità a 20 chilometri orari e il divieto assoluto di transito ai mezzi di peso superiore a 3,5 tonnellate.