Alcamo: in ritardo la prima relazione annuale del Sindaco

Della prima relazione annuale del sindaco di Alcamo Domenico Surdi, nemmeno l’ombra. Qualche tempo fa il presidente del consiglio comunale Baldo Mancuso, su richiesta di alcuni gruppi di opposizione, ha sollecitato il primo cittadino a presentare il documento. Da quel momento è trascorso altro tempo ma ancora non ci sono novità. Domenico Surdi si è insediato il 20 giugno dello scorso anno, nel pieno dei festeggiamenti patronali. Il suo primo anno di sindacatura si è quindi concluso due mesi e mezzo fa. Vero è che la scadenza è arrivata nel periodo estivo in cui caldo e  ferie la fanno da padroni, ma è altrettanto vero che la presentazione della prima relazione annuale, nei tempi previsti, avrebbe rappresentato un segnale di rispetto verso il consiglio comunale e verso la cittadinanza. Il presidente del parlamentino cittadino, Baldo Mancuso, è comunque ottimista e si dichiara certo che, a breve, il sindaco recupererà il tempo perduto. Pessimista, invece, Gino Pitò del gruppo consiliare di ABC. Non sarà comunque semplice sintetizzare il primo anno di una nuova esperienza e probabilmente sarà difficilissimo, sostengono i più critici, fare riferimenti al programma elettorale del sindaco Surdi, soprattutto ai punti contenuti nel piano a breve termine. A proposito di relazioni e di mancata presentazione, al comune non sono pervenute nemmeno quelle semestrali dei due componenti designati nei consigli direttivi delle due IPAB, “Mangione” e “Pastore – San Pietro”. Nell’ultima conferenza dei capigruppo ABC ha chiesto i resoconti di Giuseppe Campo e Vita Donato per i primi sei mesi, scaduti da una ventina di giorni. “Non mi è sembrato il caso – ha detto Baldo Mancuso – di sollecitare in pieno agosto. Adesso, a settembre, sentirò i due componenti e darò loro dei tempi brevi di consegna”.