Alcamo Il “Piccolo Teatro” scelto per il premio Ulisse

0
531

C’è anche la Cooperativa “Piccolo Teatro” di Alcamo tra le cinque compagnie siciliane scelte per partecipare alla settima edizione del “Premio Ulisse”, concorso promosso dal comitato siciliano della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita), con il patrocinio della Fita nazionale. Il concorso, a carattere regionale, rientra nel circuito italiano del “Gran Premio del Teatro Amatoriale” organizzato dalla Fita e prevede la partecipazione di una giuria itinerante che visionerà dal vivo gli spettacoli finalisti. Lo spettacolo scelto, che la giuria verrà a visionare al teatro Cielo, è la farsa comica “Palace Hotel”, ispirata a “Se devi dire una bugia dilla lunga”, per la regia di Franco Regina. Una commedia che ha riscosso successo di pubblico e critica tanto da essere scelta alla selezione per un riconoscimento prestigioso, che dimostra la bontà del lavoro svolto dal Piccolo Teatro, che opera ad Alcamo da 43 anni.

La compagnia che si aggiudicherà il “Premio Ulisse” accederà di diritto al Gran Premio del Teatro Amatoriale, circuito nazionale al quale confluiranno i vincitori delle analoghe manifestazioni in molte altre regioni italiane. Un altro motivo di soddisfazione per il direttore artistico Franco Regina è quella della partecipazione dell’attrice Chiara Calandrino al corso nazionale di recitazione, e il prossimo sei aprile sarà tra le protagoniste dell’opera The walls, “I muri”, al teatro comunale di Novellara, provincia di Reggio Emilia. Chiara Calandrino partecipa alla Sesta edizione di Itaf, International theater academy of Fita, progetto di alta formazione per giovani attrici promosso dalla Fita, Federazione italiana teatro amatoriale. Chiara Calandrino è stata scelta dopo un’audizione svoltasi lo scorso 14 gennaio a Roma, sotto la direzione di Daniele Franci, direttore artistico e regista di Itaf e della direttrice Maria Grazia De Marco. Ad ottobre i nove selezionati, tra cui Chiara Calandrino, attrice di punta dl Piccolo teatro, andranno in Olanda per un’altra recita.