Alcamo-Gran prix di go kart tra proteste e disagi

0
391

Su un tracciato di 650 metri, che gira attorno a piazza della Repubblica si disputa domani ad Alcamo la Quinta prova del trofeo Aci kart, circuiti cittadini 2018. La manifestazione, promossa dall’associazione Karting Club Triscina con il patrocinio del Comune di Alcamo, è  inserita nel circuito regionale ed è valida come Seconda prova del  campionato regionale circuiti cittadini indetto dall’Aci/Csai. Secondo gli organizzatori i piloti in gara dovrebbero essere  circa 150 e provengono da tutto il territorio regionale e nazionale. Accanto al circuito, in piazza della Repubblica e nella via Fusinato, ci sarà l’area destinata a paddock dove sosteranno tutti i team  che preparano i kart partecipanti alla manifestazione. Nella via di collegamento tra via Calvario e Piano Santa Maria è stato posto il traguardo e la direzione gara. L’abolizione del passaggio, per motivi di sicurezza, attorno alla rotonda di piano anta Maria, ha fatto perdere spettacolarità alla gara. Intanto scatta la protesta degli abitanti della martoriata zona di piazza della Repubblica, densamente popolata, poiché per tre giorni strade e passaggi sono  ”ingabbiati”, già a partire dal tardo pomeriggio di ieri. La chiusura degli accessi alle strade dovrebbe avvenire  solo durante le ore delle  prove e delle gare e non dal venerdì pomeriggio sino alla domenica sera. Cosa prevede l’ordinanza? Vengono fatti i controlli ?  Nel malaugurato caso si verifichi, durante la notte, un’emergenza difficoltà di accesso per le auto di soccorso. Eppure rimuovere qualche transenna, dopo prove e gara, per consentire il libero accesso agli abitanti della zona non è certo faticoso per gli organizzatori.  Alcuni  commercianti lamentano cali di vendite perché i negozi sono difficilmente raggiungibili. Così come gli ambientalisti mettono in evidenza che per diverse ore c’è inquinamento acustico e ambientale a causa del rombo dei motori, dell’alto volume degli altoparlanti,  dei gas di scarico dei go kart che penetrano anche nelle abitazioni. Stamane la raccolta Rsu è stata effettuata grazie all’impegno degli operatori di Energetikambiente nonostante le difficoltà di accedere nelle strade “ingabbiate”. Ben vengano le manifestazioni sportive e altro ma bisogna limitare, con un po’ di volontà  e i rigidi controlli della polizia  municipale, i disagi alle persone. Ormai piazza della Repubblica appare superata per questo tipo di spettacoli. Le gare domani pomeriggio e nelle edizioni passate, a causa del periodo estivo, sono state poche centinaia gli spettatori tutti ammassati nel lato ovest dove si può godere di un po’ di ombra. Il Gran prix andrebbe spostato in altre zone di facile accesso e con ampi spazi all’aperto come è contrada Sasi.