Alcamo, furti, vandalismi e schiamazzi nella notte

Corso Vi Aprile numero civico 433 sede di un negozio di abbigliamento. Stamane la cattiva sorpresa quando i proprietari sono andati ad aprire il negozio. Hanno trovato rotta la grande vetrata dietro la quale vengono esposte magliette ed altro. Alcamo Marina una signora racconta che stanotte sono state rubate due auto parcheggiate lungo la statale 187. E sempre la scorsa notte stupidi ragazzini e ragazzine nelle strade della zona di piazza della Repubblica oltre a gridare davano calci e  pugni alle saracinesche dei garage facendo affacciare ai balconi le persone in casa. La villa di piazza Bagolino sede di sbronze notturne. Raffica di furti nelle abitazioni. Decine le denunce provenienti da tutte le zone della città di Alcamo. Irresponsabili senza mascherine nei locali pubblici e relativi assembramenti mentre cresce sempre più l’allarme per l’aumento dei casi di coronavirus nella provincia di Trapani. Nessun controllo.  Ad  Alcamo  la sensazione che le autorità abbiamo abdicato al loro ruolo né segnali di iniziative arrivano dall’amministrazione comunale di Alcamo. C’è paura e sfiducia ad Alcamo, che si sente abbandonata dalle istituzioni a tutti i livelli. I sindacati di polizia continuano a denunciare la carenza di uomini e mezzi e quando raccolgono importanti risultati anticrimine nella maggior parte dei casi i delinquenti se la cavano con una denuncia a piede libero. Così si vanificano gli sforzi di quegli investigatori che con spirito di sacrificio e abnegazione cercano di fronteggiare una criminalità sempre più spaccona e spregiudicata. Con i pochi uomini e mezzi si potrebbero, operò,  mettere in atto servizi mirati e diversificarli nelle varie giornate.