Alcamo: fondi Pac, istanza al ministero

E’ stata inoltrata dal Comune di Alcamo, settore servizi alla persona, la richiesta  al Ministero dell’Interno per il finanziamento dei servizi all’infanzia previsti dal Piano di Azione e Coesione. Soldi che serviranno essenzialmente al Comune alcamese per garantire interventi strutturali all’asilo Rodari, a cui spetterebbero 235 mila euro sul totale del finanziamento richiesto pari a quasi 500 mila euro. Il resto dei fondi sono stati ripartiti a Castellammare del Golfo per realizzare lo spazio giochi in contrada Bocca della Carruba e altr 75 mila euro per Calatafimi. Il Comitato dei Sindaci, composto dagli assessori ai Servizi sociali dei Comuni di Alcamo, Gianluca Abbinanti, di Castellammare del Golfo, Antonio Salvatore Bologna, e di Calatafimi Segesta, Domenico Scavuzzo, e da Calogero Minore, direttore sanitario del distretto di Alcamo, e dal Gruppo Piano Distrettuale manifesta la propria soddisfazione perché questo finanziamento è il primo passo per la realizzazione sul territorio di nuovi servizi quali Spazio Gioco e il potenziamento degli asili nido esistenti. “Il comitato dei sindaci e il gruppo piano – sostiene Abbinanti – hanno lavorato e lavorano in maniera sinergica al fine di concretizzare le azioni progettuali concernenti tutti quei servizi rivolti, non solo a migliorare la qualità della vita dei minori ma anche a sostenere le famiglie nel difficile compito educativo dei figli”. Sempre con questi fondi ad Alcamo sarà assicurato un servizio di assistenza capillare agli anziani integrata da parte dell’Asp, che offre le prestazioni sanitarie, e del Comune, che garantisce i servizi socioassistenziali. Ed ancora il Pua, il punto unico di accesso, dell’Asp sarà agganciato ai servizi comunali per garantire le prestazioni sociosanitarie integrate. Mentre per quanto riguarda sempre i fondi Pac per i minori saranno utilizzati per ristrutturare ed adeguare i locali dell’asilo nido Rodari, attualmente chiuso per criticità relative a problemi di ordine statico e norme di sicurezza. I lavori di ristrutturazione inizieranno presumibilmente a febbraio 2014 e saranno ultimati nel periodo estivo, la ricettività dei locali è per 60 bambini e la gestione dell’asilo sarà a carico del comune di Alcamo. Per quanto attiene il Comune di Calatafimi sarà ristrutturato uno spazio gioco che potrà accogliere 10 bambini in età compresa fra i 18 e i 36 mesi, in attesa dei fondi regionali finalizzati alla realizzazione di un asilo nido. Infine, per il Comune di Castellammare del Golfo, sarà ristrutturato un locale comunale al fine di realizzare uno spazio gioco per 25 bambini di età compresa fra i 18 e i 36 mesi.