Alcamo: pesta a sangue la moglie

ALCAMO – I poliziotti salgono in fretta le scale e si ritrovano davanti una scena raccapricciante: sangue ovunque e una donna riversa per terra esanime che non dà il minimo segno di vita. Sembrava di essere in un set cinematografico di un film horror e invece era la realtà. Si è consumato nella mattinata di oggi in una palazzina di via Pietro Novelli, traversa nel cuore del centro storico. Nella mattinata di oggi il tranquillo quartiere è stato svegliato dalle urla strazianti di una donna, 55 anni, picchiata senza pietà dal marito, 60 anni. Ancora tutte da chiarire le cause del gesto: di certo tra i due ci sarebbe stato un furibondo litigio sfociato poi nella terribile aggressione. I segni evidenti dell’agghiacciante scena che si sono ritrovati davanti gli agenti erano intuibili anche dall’esterno dell’appartamento: sulla parte della finestra al primo piano che dà sul bagno grondava del sangue, segno evidente di una cruenta colluttazione. A confermare l’efferatezza dell’episodio il fatto che la donna, quando è stata soccorsa dopo che i vicini di casa hanno lanciato l’allarme alla polizia, non era in grado neanche di camminare e non era neanche riconoscibile in volto, dove sarebbe stata colpita più volte con estrema violenza. Sul posto non è stato rinvenuto alcun oggetto contundente, quindi al momento non si conferma il fatto che il sessantenne abbia usato un coltello o qualche altra arma. L’uomo si trova da questa mattina in commissariato: la polizia sta raccogliendo la sua testimonianza. Ancora nei suoi confronti non è stato preso alcun provvedimento che arriverà solo dopo la consegna del referto dei medici dell’ospedale di Alcamo che hanno in cura la moglie. I vicini di casa che hanno sentito le urla sostengono di essere stati sorpresi da quanto accaduto: “Non ci frequentavamo – dice un’anziana – ma davvero per noi quanto avvenuto è stato un fulmine a ciel sereno. Apparentemente andavamo d’accordo, erano affiatati e mai prima di oggi abbiamo sentito alcuna lite”. Sul posto è intervenuta anche la polizia scientifica che ha effettuato degli accurati rilievi nell’arco di tutta la mattinata. Sono stati raccolti alcuni reperti che inchioderebbero alle proprie responsabilità il sessantenne. La donna è stata ricoverata all’ospedale San Vito e Santo Spirito di Alcamo dove è ancora sotto accertamento medico. I dottori non hanno ancora sciolto la prognosi ma sembrerebbe che non versi in pericolo di vita, pur avendo riportato delle gravi lesioni su tutto il corpo.