Alcamo, Festa in onore di San Francesco d’Assisi

0
173

Grande partecipazione ad Alcamo alle cerimonie in onore di San Francesco d’Assisi, che si concludono domani. Le cerimonie assumono particolare significato poiché sono coincise con il 50esimo anniversario dell’elevazione a Parrocchia della chiesa di San Francesco. Secondo la tradizione storiografica la chiesa fu costruita tra il 1224 e il 1226 dal Beato Angelo Tancredi. Nel corso dei secoli ha subito vari rifacimenti. Gli edifici attigui alla chiesa sono il chiostro francescano e l’ Oratorio della “Compagnia dell’Immacolata”, fondata nel 1596. Cerimonie religiose caratterizzate dalla recita del rosario, coroncina e santa messa. Celebrate giornata francescana, giornata vocazionale, giornata di preghiera per la pace nel mondo, giornata mariana, giornata della famiglia. Preghiere in ricordo dei morti e giornata dedicata agli ammalati, veglia di preghiera. Oggi la giornata sacerdotale, iniziata stamane con la meditazione per tutti i religiosi e sacerdoti, e alle 20,30 celebrazione del transito di san Francesco d’Assisi con la partecipazione di tutte le famiglie francescane. A conclusione bacio delle reliquia e distribuzione dei ramoscelli d’ulivo. Domani sante messe alle ore 8 alla Badia, 9,30 e 11,30 nella chiesa di San Francesco. Alle 16,30 benedizione degli animali. Alle 18 ricordo del 50simo anniversario dell’elevazione a parrocchia, presieduta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli, Offerta dell’olio da parte del sindaco di Alcamo, come da tradizione, accensione della lampada votiva e preghiera al Santo Patrono d’Italia. Anima il coro parrocchiale. San Francesco è considerato il primo ambientalista della storia grazie al Cantico delle creature anche noto come Cantico di Frate Sole. E’ un cantico di Francesco d’Assisi composto intorno al 1224. È il testo poetico più antico della letteratura italiana di cui si conosca l’autore. Il Cantico è una lode a Dio che si snoda con intensità e vigore attraverso le sue opere, divenendo così anche un inno alla vita. E’ una preghiera permeata da una visione positiva della Natura, poiché nel creato è riflessa l’immagine del Creatore. Natura che va difesa e tutelata altrimenti per l’umanità non c’è futuro. E la presa di coscienza di milioni di giovani che chiedono ai politici di bloccare l’inquinamento, che produce sconvolgimenti climatici. San Francesco d’Assisi è un esempio da seguire poichè la sua missione era indirizzata anche al senso di fratellanza fra l’uomo e tutto il creato.