Alcamo, festa della Madonna applausi finali, gradimento per il festino

0
645

Un lungo applauso a conclusione dei giochi d’artificio ha sancito il gradimento per la festa dedicata a Maria Santissima dei Miracoli, Patrona di Alcamo. Un gran numero di alcamesi hanno assistito, come da tradizione, in piazza Bagolino ai giochi di artificio che hanno fatto calare il sipario sul festino. Giochi d’artificio fatti dopo la conclusione della processione, come al solito molto partecipata, per la grande devozione che hanno gli alcamesi verso la Madonna dei Miracoli. Un lungo e articolato programma, messo a punto del Comune, ha caratterizzato già da venerdì 14 giugno, il prologo del festino con una manifestazione ricca di contenuti culturali per assegnare il premio letterario Cielo d’Alcamo. Eventi per tutti i gusti e per tutte le età. Le celebrazioni eucaristiche e vespri solenni al santuario e alla chiesa Madre. Il giro della banda musicale. La calata delle autorità al santuario. La consegna del sindaco della chiavi della città alla Madonna. La processione. Le giostre nella zona di contrada Tre Santi. Ma l’anima rimane sempre il centro storico. Concerti, mostre, presentazioni di libri, mercatini nelle strade perpendicolari alla via Commendatore Navarra, il villaggio medievale a san Vituzzo, la sfilata dedicata a Ferdinando Vega. Le bancarelle in piazza della Repubblica, laboratori teatrali per bambini. Eventi sportivi. Calia, simenza e terrone. Tanto materiale per un festino che non ha annoiato. L’applauso di ieri sera, a conclusione dei giochi d’artificio, sancisce il gradimento per la festa, organizzata dal Comune. Una festa che affonda le radici nel tempo ovvero quando nel 1547 venne trovata alla Cuba un’immagine raffigurante la Madonna dei Miracoli. Una festa, che a causa dell’evolversi dei tempi, ha da molti anni accantonato lo spettacolo più partecipato ovvero le corse dei cavalli così come la benedizione degli animali al santuario di Maria Santissima dei Miracoli. E proprio un percorso ideale con partenza e arrivo alla devozione per la Madonna ha caratterizzato numerose manifestazioni del Comune. Tutto si è svolto nel massimo ordine, grazie al lavoro delle forze dell’ordine, polizia municipale in primo luogo. Finita la festa della Madonna da stamane la maggior parte degli alcamesi si trasferisce nei luoghi di villeggiatura. Come una cambiale si torna ad Alcamo il 9 settembre dopo avere celebrato ancora una festa dedicata alla Madonna ovvero la natività della Beata Vergine Maria.