Alcamo, elezioni alla don Rizzo: ricorsi di alcuni candidati esclusi

Ha scritto alle massime istituzioni bancarie, compreso a monsignor Antonino Raspanti, presidente del collegio dei probiviri della banca don Rizzo. A rivolgersi ai vertici regionali e nazionali bancari è la professoressa universitaria, che aveva presentato la domanda per essere ammessa  a socio, condizione essenziale per potere concorrere ad una carica nella governance della Banca don Rizzo L’insegnante, che era decisa a candidarsi a presidente, vuole chiarezza sul fatto che nella seduta del consiglio di amministrazione in cui sono stati ammessi a soci sei persone, tutte palermitane e tutte già in lista la sua domanda non è stata esaminata perché è venuto a mancare il numero legale. Altri ricorsi sono stati presentati da candidati esclusi che chiedono di conoscere i motivi ma chiaramente non sono in polemica con la lista dei candidati. Inoltre un gruppo di soci ha convocato una riunione per mercoledì prossimo non per contestare i nominativi in lista quanto per sapere perché qualche loro candidato è stato escluso. Tira aria di tempesta sulla riunione di domenica prossima per eleggere presidente, consiglio e tutti gli altri organismi. Si possono ventilare due ipotesi: o il rinvio dell’assemblea oppure la votazione con strascichi forse anche di natura giudiziaria.