Alcamo e Castellammare, rifiuti organici verso l’Umbria

La ditta Raco, che gestisce nel catanese una piattaforma di conferimento e lavorazione dei rifiuti organici, consente al comune di Castellammare del Golfo di portare la spazzatura soltanto una volta a settimana. Ecco he, l’ennesimo avviso della giunta Rizzo, ha informato che anche oggi,  lunedì e martedì della prossima settimana non sarà effettuata la raccolta dei rifiuti organici. Insomma la Raco consente un solo scarico settimanale, la raccolta dell’organico nella cittadina del Golfo riprenderà giovedì 19 dicembre. Anche questa volta, spiegano dal Comune, qualora ci fosse possibilità di conferire in altre giornate sarà comunicato tempestivamente. Intanto, per evitare che i castellammaresi si disamorino della differenziazione dei rifiuti, la nota del Comune ribadisce che la raccolta prosegue regolarmente per le altre tipologie di rifiuti, cioè indifferenziato, plastica, carta, vetro e lattine.

Ma quando finirà questo tira e molla fra comunicati che sbloccano e ribloccano la raccolta dell’umido? Forse, dal punto di vista della chiarezza comunicativa, sarebbe stato il caso di emanare una sola nota che dicesse chiaramente che l’organico si espone a Castellammare del Golfo soltanto il giovedì, fino a nuova disposizione.

A prescindere da ciò l’assessore Vincenzo Abate sta lavorando ad un’intesa con l’omologo assessore della vicina Alcamo, Giuseppe D’Angelo per recuperare le somme necessarie a trasportare l’organico oltre lo Stretto. I due comuni stanno raggiungendo un accordo con una piattaforma che sorge in Umbria e che dovrebbe assicurare costi abbastanza abbordabili. D’0altro canto ad Alcamo, dove si mischiano sui compattatori da 9 mesi indifferenziato ed organico, come prevede l’apposita ordinanza del sindaco Surdi, il Comune paga una sanzione per rifiuto difforme di ben 500 euro al giorno. A questo punto, grazie anche all’intesa con il comune di Castellammare del Golfo, il trasporto della spazzatura in Umbria potrebbe anche essere economicamente favorevole.