Alcamo-Devianza giovanile, nascono laboratori e centro di ascolto

0
350

Attività creative ma anche e soprattutto l’ascolto. Per i ragazzi in età di adolescenza ad Alcamo nasce un progetto che avrà come compito quello di contrastare la devianza. In pratica recuperare quei casi problematici e reinserirli nella società in modo da evitare la loro discriminazione e l’isolamento. Il progetto vedrà come attori l’istituto comprensivo “Bagolino”, l’Asp di Trapani ed il Comune, ognuno con competenze diverse. L’iniziativa è rivolta ad un’utenza compresa nella fascia d’età tra gli 11 ed i 20 anni. Nello specifico l’azienda sanitaria attiverà uno sportello d’ascolto tutti i martedì, dalle 15,30 alle 17,30, con esperti al servizio che oltretutto daranno anche delle consulenze. Da questa attività scaturirà quindi la segnalazione di tutti quei casi con situazioni problematiche evidenziate nel corso dei colloqui che necessitano di un recupero del benessere psichico-corporeo. Nel contempo sempre l’Asp attiverà dei laboratori creativi. Dal suo canto invece la scuola “Bagolino” garantirà gli spazi e le strumentazioni necessarie per attuare questi laboratori, in particolare 4 aule e l’auditorium. Il Comune invece realizzerà iniziative pubbliche rivolte alla cittadinanza per la sensibilizzazione e la divulgazione degli obiettivi prefissati dal progetto. L’iniziativa prende il nome di “Spazio adolescente” e rimarrà attiva per un anno in base al protocollo d’intesa stipulato tra Comune, Asp e il dirigente dell’istituto “Bagolino” Antonino Provenza. L’idea nasce essenzialmente sulla base del piano attuativo aziendale triennio 2012/2014 dell’Asp di Trapani, approvato dalla Conferenza dei Sindaci della provincia di Trapani e dall’assessorato regionale della Salute, dove l’Azienda sanitaria di Trapani ha previsto, tra i diversi obiettivi da realizzare, l’attivazione di percorsi integrati dedicati ai minori, attraverso l’attuazione del modello organizzativo operativo dei servizi competenti individuati dal Piano Sanitario Regionale.