Alcamo Cultura in lutto, morto lo storico Carlo Cataldo

E’ morto stamane all’età di  88 anni ad Alcamo  Carlo Cataldo. Insegnante. Poeta. Scrittore. Considerevole la sua produzione letteraria con opere di storia, arte e folklore, dedicandosi, con scrupolose ricerche, alla valorizzazione e conoscenza della cultura siciliana. La moglie Erina Baldassano, anche lei insegnante e autrice di libri che raccontano le tradizioni di Alcamo e non solo, è deceduta  lo scorso 12 giugno. Un grande dolore per Carlo, fiaccato da malattie ma fino all’ultimo giorno chino sui libri e a scrivere.

I funerali saranno celebrati domani mattina alle 10,30 nella chiesa di Sant’Oliva. Fin da piccolo Carlo Cataldo si è appassionato alla lettura e allo studio degli eventi storici. Quando nel 1943 le scuole furono chiuse a causa della guerra nel territorio alcamese, si dedicò poi  da sempre  alla lettura del Giornale di Sicilia, acquistato giornalmente. Fin da ragazzo dimostrò il suo talento letterario, pubblicando a soli 14 anni un poemetto in dialetto, dedicato alla Patrona di  Alcamo e intitolato A Maria SS. di li Miraculi, ni lu quartu cintinariu di la so’ truvazioni. Vincitore di tantissimi premi letterari si laureò in Lettere con 110 e lode il 28 giugno 1956 all’Università di Palermo. Ha insegnato Lettere per quarant’anni, di cui gli ultimi venti al liceo classico di Alcamo.

Poeta colto e raffinato, la sua attività letteraria è intensa e considerevole: a parte le sue opere di storia, arte e folklore, ha pubblicato molti libri in versi e in pros. valorizzando così la cultura dialettale siciliana. Nel corso degli anni ha collaborato con giornali locali. Il 3 dicembre 2018 Cataldo è stato protagonista nel canale Rai Storia presentando il controverso personaggio di Garibaldi da lui studiato e sul quale ha pubblicato diverse opere. Decine i riconoscimenti. E’ stato anche presidente dell’Associazione dei Poeti dialettali “Cielo d’Alcamo“, con cui ha pubblicato 7 antologie e curato una trentina di opere. Lascia un vasto patrimonio librario dove si portano a conoscenza arte, poesia e folclore della città di Alcamo e non solo, ed è stato uno dei maggiori studiosi dell’epopea garibaldina in Sicilia. L’ultima sua fatica la pubblicazione due anni fa di due volumi che raccontano a 360 gradi la storia di Alcamo dalle origini ai nostri giorni.