Alcamo-Controlli movida, multati locali e sventata un’aggressione

0
312

Anche il commissariato di polizia ha accesso i riflettori sulla movida alcamese dopo la fine del periodo estivo e il ritorno tradizionale quindi dei giovani nell’affollare i locali del centro storico. In linea con i bilancio fatti nelle ultime settimane da carabinieri e polizia municipale anche gli agenti non hanno evidenziato grosse criticità come nel recente passato quando nei fine settimane droga e alcol scorreva a fiumi e gli arresti e le denunce fioccavano. Nello scorso fine settimana i poliziotti sono scesi in strada sulla scorta della recente ordinanza emanata dal sindaco Domenico Surdi, che limita la vendita di alcolici e le emissioni sonore. Sotto questo aspetto sono state elevate diverse sanzioni amministrative per l’irregolare occupazione del suolo pubblico, oltre i limiti autorizzati dal Comune. Inoltre un locale è stato sanzionato per illecita somministrazione di bevande alcooliche a minorenni. La polizia stradale, munita di etilometro, ha effettuato posti di controllo nelle vie limitrofe al centro storico, accertando alcune violazioni al codice della strada per guida in stato di ebbrezza. Tutti i locali del centro storico, in ogni caso, hanno contenuto le emissioni sonore nell’ambito dei limiti orari stabiliti dalla recente ordinanza del primo cittadino. Infine si è registrata un’isolata aggressione provocata dai fumi dell’alcol: in particolare un romeno avrebbe aggredito un giovane ma è stato subito bloccato, evitando che la situazione potesse degenerare, e portato via con l’ambulanza per le sue condizioni psicofisiche rilevate proprio per l’abuso di alcolici. Su di lui sono in corso accertamenti per verificare la regolarità della sua posizione amministrativa sul territorio italiano. Complessivamente ad essere scesi in strada sono stati 15 poliziotti che hanno monitorato le vie del centro storico più affollate dai giovani, quindi piazza Ciullo, piazza Mercato e la zona del Collegio dei Gesuiti dove tra l’altro erano state fatte numerose segnalazioni di degrado e disturbo alla quiete pubblica da parte dei residenti . “Costante e determinata – si legge nella nota del commissariato di Alcamo – continuerà ad essere la presenza della polizia nelle vie del centro storico durante i finesettimana, al fine di garantire che il sano divertimento dei giovani alcamesi e le legittime attività dei locali pubblici si svolgano nel rigoroso rispetto della normativa in materia, del diritto al riposo degli abitanti del centro ed in condizioni di sicurezza”.