Alcamo: Collegio Gesuiti, vidoesorveglianza out

0
382

In tanti si sono sempre chiesti il perché non si sia mai acciuffato un solo responsabile dei tanti atti vandalici consumati al Collegio dei Gesuiti. L’area, almeno sulla carta, è sempre risultata essere dotata di videosorveglianza. Telecamere installate proprio con l’idea di evitare che la struttura, inaugurata nel 2009, potesse finire in mano ai vandali dal momento che l’atrio è aperto a tutti e incustodito nelle ore notturne. Ora si scopre il perché: la telecamera installata all’interno dell’atrio non è funzionante. Motivo per cui mai e poi mai si sarebbero potuto scovare i vandali. Il Comune sembra essersene accorto soltanto adesso tanto che ha deciso di rimettere mano all’impianto. Con una determina il settore Servizi al cittadino del Comune ha deciso di superare il guasto andando all’acquisto di una nuova telecamera. Il tutto fatto con una procedura d’urgenza attraverso l’affidamento diretto ad una ditta di Palermo per un ammontare di 500 euro. “E’ ritenuto urgente e necessario – scrive il funzionario del settore, Vitalba Milazzo -, a tutela di cose e persone, procedere al ripristino della videosorveglianza”. Ad essere installata una telecamera ad alta tecnologica con sensore day & night che quindi dà l’opportunità di vedere con chiarezza anche le immagini notturne. L’ochio elettronico quindi torna a funzionare con un collegamento diretto con la sala operativa del comando di polizia municipale. Sarebbero stati proprio i vigili urbani ad avere dato alla ditta che ha in gestione la videosorveglianza incarico si sopralluogo per verificare il funzionamento del sistema. Da questo sopralluogo è stato riscontrato un guasto ad una telecamera ed al suo alimentatore, con grave pregiudizio sulla videosorveglianza dell’area. Si scopre adesso perché in realtà mai nessun atto vandalico al Collegio ha portato ad alcun riscontro sui responsabili. Di episodi simili se ne sono verificati una catena infinita. I più gravi si sono verificati nel dicembre del 2010 quando venne danneggiato il portale d’ingresso del Collegio. Fu totalmente distrutta la porta d’ingresso in vetro. Nell’ottobre del 2011 venne invece danneggiato il murale con le immagini delle opere d’arte alcamesi il quale in parte venne divelto. Continui raid che si consumano ogni giorno anche con l’atrio che si è trasformato in un vero e proprio campo di calcio e le pallonate, come rilevato da alcuni consiglieri comunali, rischia di danneggiare le mura perimetrali. Il Collegio dei Gesuiti resta uno dei capisaldi della storia della cittadina alcamese: fondato a metà del ‘600 per le esigenze della diffusione della fede e della formazione spirituale, viene arricchito, nel ‘700, con un loggiato secondo i modelli della trattatistisca colta del tempo. Il restauro completato nel 2009, rischia però di rendersi vano per la mancanza di controlli e deterrenti alle incursioni criminali.