Alcamo-Carnevale, sfilate, streed food e concerti

0
1346

Maccheroni e stufato di maiale il piatto tradizionale ad Alcamo per il Giovedì grasso, che si celebra domani. Queste le pietanze della tradizione che precedono le feste del Carnevale, seguite dal periodo della Quaresima. Le origini del Carnevale siciliano risalgono al 1600 quando, a Palermo, venne allestito il primo carro allegorico che, ai tempi, raffigurava il dio Nettuno attorniato da sirene danzanti. Col tempo, il Carnevale divenne sempre più una festa diffusa in tutta l’Isola. Tornando al menu, in Sicilia i veri protagonisti di questo allegro periodo dell’anno sono i dolci e, tra la varietà dei costumi, dei carri, delle tradizioni e delle danze, ciò che accomuna l’intera Isola sono le croccanti chiacchiere. Sempre legata al Carnevale siciliano è la pignolata. Un’altra bontà semplice ed insostituibile nella tradizione siciliana deriva dalla cultura contadina che, con semplici e pochi ingredienti, riuscivano a dare vita a grandi capolavori culinari. Stiamo parlando dei ravioli con ricotta e cannoli. In città il Carnevale sta diventando una tradizione, grazie all’Associazione carnevale alcamese, presieduta da Alex Portuesi, che lavora con impegno tutto l’anno per preparare i carri, ne sfileranno cinque, a partire da venerdì. Sfileranno per le vie di Alcamo anche domenica e martedì. Un grande lavoro da parte dell’Associazione carnevale alcamese. Un grande impegno e speriamo che le sfilate vengano accompagnate dal bel tempo. Ad Alcamo dopo il secondo conflitto mondiale un grande palco veniva installato in piazza Ciullo per potere ballare. C’erano negozi che affittavano i costumi e musica al pianterreno di tante abitazioni per ballare tutta la notte. I mascherati, come venivano chiamati coloro che indossavano costumi, bussavano alle porte da dove proveniva la musica. Sceglievano con un inchino una dama e dopo avere ballato proseguivano nel loro itinerario. Col tempo anche questa tradizione venne meno e per tantissimi anni non si è quasi celebrato il carnevale ad Alcamo. Sfilate dei bambini delle scuole in maschera durante l’amministrazione di Massimo Ferrara. Ora da alcuni anni sfilate con grandi carri allegorici. Il punto di arrivo per concerti e street food per l’edizione 2019 sarà piazza della Repubblica, con divieti di vario genere. Ora è chiaro che le manifestazioni portano qualche disagio, ma si debbono fare cercando di limitarli. Non sarebbe stato forse più logico avere come punto di riferimento ancora piazza Ciullo? Sarebbe stato molto più comodo per coloro che intendono partecipare alle iniziative. Le persone avrebbero potuto parcheggiare in piazza della Repubblica e potere così agevolmente arrivare a piedi in piazza Ciullo. Speriamo che la scelta di piazza della Repubblica non porti scompiglio non solo al traffico veicolare, agli abitanti della zona e a coloro i quali intendono partecipare agli eventi del carnevale alcamese.